Tempo di lettura: 2 Minuti

Il Miur promuove il G7 delle scuole

Il Miur promuove il G7 delle scuole

Si tratta di una vera e propria simulazione dei lavori negoziali del G7. #FacceCaso. Dal 23 al 25 maggio 2017 a Catania, si svolgerà il G7 delle scuo

Banksy, svelata la sua identità?
Arriva AlterEgo
Solo tre dipartimenti a caccia del finanziamento: magro bottino per l’Università di Genova

Si tratta di una vera e propria simulazione dei lavori negoziali del G7. #FacceCaso.

Dal 23 al 25 maggio 2017 a Catania, si svolgerà il G7 delle scuole.
Lo YoungG7 si svolgerà nei giorni precedenti il G7 di Taormina (che si aprirò il 26 maggio).

Si tratta di una vera e propria simulazione dei lavori negoziali del G7 su sette grandi temi della Presidenza italiana.

  • management of human mobility
  • prevention of terrorism
  • food security and nutrition
  • women and girls economic empowerment
  • energy and climate change
  • education
  • future of work and of welfare system

L’incontro coinvolgerà le studentesse e gli studenti di 20 scuole secondarie di II grado provenienti da 18 Regioni italiane. Si immedesimeranno nei rappresentanti dei 7 Paesi partecipanti al G7.

Le giovani e i giovani “delegati” svolgeranno le consuete attività diplomatiche. Terranno discorsi, prepareranno bozze di dichiarazioni, negozieranno con gli altri “Capi di Stato”.

Risolveranno questioni complesse muovendosi tra le varie commissioni tematiche. Adotteranno le regole di procedura standard proprie del dibattito formale in lingua inglese.

La cerimonia inaugurale del G7 delle Scuole si terrà martedì 23 maggio dalle ore 15.30 alle ore 18.00 nella cornice del Teatro Sangiorgi di Catania.

Alla presenza del Sindaco della città metropolitana di Catania Enzo Bianco e della Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli.
Le attività del G7 delle scuole potranno essere seguite anche attraverso Facebook e Instagram.

“Abbiamo lanciato questa iniziativa di simulazione dei lavori del G7 tra le studentesse e gli studenti, proprio a ridosso del vertice che riunisce i leader dei Paesi più sviluppati.

Siamo convinti che per disegnare strade inedite di crescita abbiamo bisogno del sguardo fresco e sincero delle nostre giovani e dei nostri giovani. Della loro sensibilità sana, dell’immaginazione e della loro fiducia nel domani”. Sottolinea la Ministra Valeria Fedeli.

“Il compito al quale sono chiamati in queste giornate è prezioso e importante: viene richiesto di confrontarsi sulle grandi sfide che interessano le nostre società a livello globale.

Di trovare soluzioni a questioni scottanti e annose ma di primo ordine per uno sviluppo equo e sostenibile dei nostri Paesi.

Di delineare progetti e prospettive di crescita, frutto del loro entusiasmo e della loro passione.

Anche di un profondo senso di responsabilità che le nostre ragazze e i nostri ragazzi possiedono in quanto cittadine e cittadini globali”. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0