Tempo di lettura: 3 Minuti

Alternanza scuola-lavoro ed energy manager

Alternanza scuola-lavoro ed energy manager

Il ruolo dell’energia manager? Fare una diagnosi energetica dei consumi con suggerimenti concreti per risparmiare sulle bollette. #FacceCaso. 300 rag

L’Ue mette a rischio i meme
Stessa classe stesso voto: tris di 100 per Giada, Nadia e Lorena
Badi: l’app per studenti che cercano casa in affitto

Il ruolo dell’energia manager? Fare una diagnosi energetica dei consumi con suggerimenti concreti per risparmiare sulle bollette. #FacceCaso.

300 ragazzi dei licei scientifici di Bologna vestiranno per una settimana i panni dell’ energy manager. Il loro ruolo? Fare una diagnosi energetica dei consumi con suggerimenti concreti per risparmiare sulle bollette.

Tra le misure da prendere per risparmiare, potrebbe esserci anche quella di cambiare elettrodomestici, come hanno fatto notare gli studenti del liceo Malpighi del progetto “La settimana bianca dell’energia”.

“Ma perché gli fate fare queste cose? Ora ci chiedono tutti i giorni di comprare una nuova lavatrice”. Hanno chiesto i genitori.

Una settimana di alternanza scuola-lavoro in cui gli studenti impareranno ad utilizzare i software per fare una vera e propria diagnosi energetica sul campo nelle loro abitazioni.

“I test pilota fatti con i ragazzi del liceo Malpighi sono andati molto bene. I ragazzi hanno imparato ad usare il software in una forma neanche tanto semplificata e poi testato il progetto nell loro abitazioni”. Dice Patrizia Malferrari.

Il Comune di Bologna. “Visti gli ottimi risultati della diagnosi fatte dai ragazzi del progetto di prova, metterà a disposizione edifici su cui sono previsti interventi di efficientemente energetico, per far realizzare ai ragazzi una ‘istruttoria iniziale’: si pensa al Paladozza e all’ex mercato di San Donato”.

Federico Testa, presidente dell’Enea. “L’efficienza energetica è strategica per l’ambiente, l’economia e per le opportunità di occupazione e sviluppo di filiere industriali e produttive”.

Stefano Versari, direttore dell’Ufficio scolastico regionale. “Il prossimo anno parteciperanno 300 studenti; l’anno dopo ancora spero che diventeranno 3000”.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0