Tempo di lettura: 3 Minuti

Emanuele Barbati torna con “Parigi” in collaborazione con L’Émancipation

Emanuele Barbati torna con “Parigi” in collaborazione con L’Émancipation

Nuova release per Emanuele Barbati, che torna oggi, venerdì 19 Aprile con “Parigi” in collaborazione con L’Émancipation, distribuito da Ada Music Ital

DANU annuncia l’uscita del suo primo album: ecco “piccoli problemi”
cura ritorna con “sottomarino” il suo nuovo e viscerale singolo
M.E.R.L.O.T torna con “Forse Forse” il nuovo nostalgico singolo

Nuova release per Emanuele Barbati, che torna oggi, venerdì 19 Aprile con “Parigi” in collaborazione con L’Émancipation, distribuito da Ada Music Italy.

In uscita il 19 aprile su tutte le piattaforme digitali e distribuito da Ada Music Italy, “Parigi” è il nuovo singolo di EMANUELE BARBATI & L’ÉMANCIPATION, prodotto da Scirocco Music.

Parigi è un cuore che non ha ferite
ti ho scritto lettere…non le ho spedite.

Il collettivo artistico L’ÉMANCIPATION nasce da un’idea di EMANUELE BARBATI, il quale, avendo lavorato e vissuto a Parigi negli ultimi anni, ha avuto modo di osservare l’influenza della capitale francese sulle vite degli artisti che l’hanno resa celebre tra la fine del 1800 e la prima metà del 1900. Da queste ricerche e dal confronto con la poliedrica fotografa e violoncellista francese Genevieve Thirous sono nati i brani registrati, prodotti, pensati e realizzati insieme ad una serie di artisti (registi, musicisti, attori, fotografi).

7 saranno i brani che verranno pubblicati, dopo questa prima collaborazione e che confluiranno nel disco “Canzoni d’amore per cuori solitari” (uscita prevista per l’autunno/inverno 2024/2025).

“Parigi” è il primo brano dell’artista scritto nella capitale francese, nel complesso residenziale della Galerie Perrotin, nel pieno centro città. Il singolo nasce dalla lettura degli scritti di Vincent Van Gogh, in particolare “Le lettere a Theo” e “Lettere a un pittore”: le riflessioni e le esperienze biografiche dell’autore si mescolano alle più alte considerazioni del pittore olandese. “Parigi” racconta la lotta interiore del cantautore, articolata tra il voler fare arte in maniera appassionatissima e l’eterno dubbio di non riuscirci.

ma dimmi resterà il rimpianto di un sogno naufragato e andato a fondo?
O torneremo ad essere felici?

Il testo, facilmente confondibile con una normale storia d’amore, è, invece, la metafora della vita d’artista. L’incipit, composto da pianoforte e voce, è un crescendo di strumenti, suoni ed emozioni che esplodono dalla seconda strofa e nella coda finale e accompagnano l’ascoltatore verso i suoni potenti dei synth tipici degli anni Settanta.

“Parigi” è un vero e proprio viaggio verso le nostre consapevolezze che EMANUELE BARBATI & L’ÉMACIPATION ci regalano attraverso il messaggio, a cuore aperto, del non arrendersi mai.

Chi è Emanuele Barbati

EMANUELE BARBATI, è un cantautore tarantino, laureato in musicologia col massimo dei voti e menzione all’Università del Salento con una tesi in iconografia musicale e storia medievale. L’interessamento all’artista del programmatore di Radio Norba porta Emanuele a incontrare, durante Battiti Live, i Boomdabash, con i quali nasce una profonda amicizia che sfocia nel 2017 nel featuring “Sorrido al sole”. Il brano diventa, nella stessa primavera, uno dei più suonati dalle radio nella classifica degli indipendenti. Nel 2018, dopo l’incontro col produttore Luca Serpenti, avvenuto al Sony Songwriter Camp, inizia il periodo di pre-produzione e produzione dei brani che usciranno come singoli che confluiranno nel disco “Mentre fuori arrivano i Lupi” (2021).
Sul podio del Premio Lunezia come miglior autore, ospite del concertone del Primo Maggio di Taranto, Emanuele apre i ive di Levante, Max Gazzè, Clementino, Subsonica, Tre allegri ragazzi morti, Caparezza.
All’attività di cantautore, l’artista associa da sempre l’impegno per la difesa dei diritti umani e ambientali. Attraverso il sostegno come musicista ed attivista Emanuele si impegna nella difesa ambientale del territorio della provincia tarantina e sostiene attivamente le organizzazioni Emergency e Amref.
Oggi collabora con L’Émancipation, collettivo artistico nato da un’idea dello stesso Emanuele Barbati e con il quale l’artista registra “Parigi”, brano registrato nel complesso residenziale della Galerie Perrotin e disponibile su tutte le piattaforme da venerdì 19 aprile.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0