Tempo di lettura: 3 Minuti

Viterbo: “Il ruolo dei giovani ingegneri nell’impresa del futuro”

“Scegliete da soli la vostra strada, qualunque essa sia”. Si è conclusa a Viterbo la Lectio Inauguralis tenuta dal giovane Presidente dell’associazion

Il professor Mazzi ha lasciato 300mila euro all’Università di Pavia
A “Scuola di Robotica”: ecco gli eventi più importanti
Firenze organizza “Un giorno all’università”

“Scegliete da soli la vostra strada, qualunque essa sia”.

Si è conclusa a Viterbo la Lectio Inauguralis tenuta dal giovane Presidente dell’associazione AIPE e CEO della Walter Tosto S.p.A, Luca Tosto, che ha ufficialmente sancito il nuovo anno accademico dell’Università degli Studi della Tuscia.

Un incontro ricco di consigli, che ha permesso ai futuri ingegneri di scoprire e riflettere sui fattori di successo di un settore e sul ruolo che loro stessi andranno a ricoprire nel mondo del lavoro attraverso le parole di un’affermata ed esperta azienda italiana leader mondiale nella produzione di componenti industriali nei mercati Peltrolchimico, Oil & Gas, Food and Pharma e Nucleare.

Il risultato è stato un connubio ben riuscito di fra Università e Impresa ospitato da un ateneo che si è aggiudicato il primo posto nel nuovo progetto formativo YES (Young Enterprise Success), convenzionato direttamente dall’AIPE e che consisterà nell’inserire da subito, fin prima della loro laurea, gli studenti nel complesso mondo delle imprese industriali.

A conclusione di una giornata orientata al futuro dei più giovani, c’è stata la presentazione di un altro innovativo progetto che vede protagonista un laboratorio congiunto fra l’Università della Tuscia e l’AIPE. Un’unione che permetterà una maggiore ricerca e verifica nel settore delle metodologie per il controllo non distruttivo di apparecchiature in pressione attraverso emissioni acustiche.

Ecco un esempio di Università che porta il futuro fra le sue aule.

Di Laura Messedaglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0