Tempo di lettura: 1 Minuti

10 cose che (forse) non sai sul Natale

10 cose che (forse) non sai sul Natale

Sei proprio sicuro di conosce a fondo le tradizioni della festa più amata al mondo? #FacceCaso. Ci siamo. La mezzanotte è vicina e il Natale è ormai

“M’ama non m’ama”, lo spaccato tra la felicità e l’introspezione di Mose
Numero chiuso: non convince la proposta dell’Università di Ferrara
#FacceCaso intervista Quasar Design University

Sei proprio sicuro di conosce a fondo le tradizioni della festa più amata al mondo? #FacceCaso.

Ci siamo. La mezzanotte è vicina e il Natale è ormai alle porte. Sei proprio sicuro di conosce a fondo le tradizioni della festa più amata al mondo?

Ecco qui 10 curiosità che (forse) non sai sul Natale:

1. Il primo presepe vivente italiano fu allestito a Greccio, provincia di Rieti, e fu fortemente voluto da san Francesco.

2. Il 25 dicembre il Natale cristiano festeggia la nascita di Gesù, ma si tratta di una data puramente convenzionale. L’imperatore Aureliano nel 274 istituì per decreto un dio uguale per tutti, il Sol invictus, fissandone la data dei festeggiamenti proprio il 25 dicembre. Col passare del tempo i cristiani sostituirono il Dio Unico con Gesù.

3. La tradizione del bue e dell’asinello risale ai vangeli apocrifi. Il primo testo a parlarne risale al IV secolo a cui un falsario aggiunse la firma di San Matteo.

4. La famosissima canzone Stille nacht (in italiano Astro del ciel) arriva dall’Austria ed è stata tradotta in 65 lingue. A comporla fu Joseph Mohr nel 1818.

5. Secondo la tradizione, il primo panettone fu inventato in Italia dal cuoco di Ludovico il Moro.

6. La leggenda narra che il primo albero di Natale venne fatto da San Bonifacio. Ad oggi in Nord America, ogni anno vengono tagliati circa 40 milioni di alberi di Natale.

7. L’usanza di mettere i doni sotto l’albero arriva dal Nord Europa. A portarli però non è solo Babbo Natale, anche San Nicola di Bari, Santa Lucia e San Martino.

8. Babbo Natale è stato inventato dalla penna di Clement Moore del 1823 grazie alla poesiola “Era la notte prima di Natale”.

9. A dare un volto a Babbo Natale fu l’illustratrice svedese Jenny Nystrom che nel 1875 lo disegnò su una cartolina augurale, i suoi vestiti però erano verdi.

10. A vestire di bianco e rosso Babbo Natale fu l’illustratore americano Haddon Sundblom che nel 1930 lo utilizzò come icona per la campagna pubblicitaria della Coca-Cola.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0