Tempo di lettura: 1 Minuti

Esame della patente: novità in arrivo per non essere bocciati

Esame della patente: novità in arrivo per non essere bocciati

È stata varata una normativa riepilogativa ed esplicativa delle modalità di esecuzione dell’esame pratico della patente B, per standardizzare i metodi

Account fake: su Facebook sono circa 270 milioni
Numero chiuso e UniMilano: com’è andata a finire?
Guide universitarie sul giornale

È stata varata una normativa riepilogativa ed esplicativa delle modalità di esecuzione dell’esame pratico della patente B, per standardizzare i metodi le conoscenze richieste agli esaminandi e le modalità di giudizio degli esaminatori su tutto il territorio nazionale.

Importanti novità in arrivo per i futuri patentati…e per i loro esaminatori.

Con la circolare numero 6935/23.3.5 del 22 marzo del Ministero dei Trasporti è stata introdotta una nuova normativa per quanto riguarda l’esame pratico della patente B, quella per gli autoveicoli tanto per intenderci.
Nel documento, una sorte di Testo Unico che fa chiarezza sulle modalità di svolgimento dell’esame pratico per la patente, vengono spiegate minuziosamente, per filo e per segno, le modalità di esecuzione di ogni manovra, in modo da limitare la discrezionalità di alcuni esaminatori (avete presente la classica figura mitologica dell’esaminatore cattivo e che fa tutto a modo suo?).

Allo stesso tempo, la “codificazione” di retromarcia, inversione di marcia, posteggi ed uscite dalle aree di parcheggio ed immissioni nelle rotonde, consente agli istruttori di impartire lezioni più precise e agli esaminandi di prepararsi al meglio, in relazione ad un obiettivo di conoscenze standard, fissato per legge e non mutevole di volta in volta a causa della discrezionalità degli esaminatori.

Con questa circolare, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti impartisce linee guida “cui attenersi rigidamente al fine di pervenire a valutazioni uniformi sul territorio nazionale; sono state elaborate con il contributo di esperti del settore per pervenire al più alto livello di oggettività e razionalità”.

A partire dall’introduzione di questa normativa univoca ed esplicativa, verranno organizzati corsi di aggiornamento per gli esaminatori, su tutto il territorio nazionale, ad opera di Maurizio Vitelli, direttore generale della Motorizzazione, del suo staff e di esaminatori scelti a livello locale.

Si può dire che il risultato raggiunto sia un vero successo, per tutti coloro che si accingono a conseguire la patente B, i quali saranno sicuramente più sicuri delle conoscenze e delle capacità acquisite e richieste, ma anche per Unasca, l’Unione Autoscuole e Studi di Consulenza, che così commenta: “Per Unasca, si tratta di un vero successo, abbiamo collaborato per anni per vedere pubblicati questi principi: ora finalmente si stabilisce un’uniformità di insegnamento e di giudizio sull’intero territorio nazionale”.

Ragazzi, ora tocca solo studiare…mettere la cintura, inserire la freccia e guardare lo specchietto!

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0