Tempo di lettura: 3 Minuti

Sicurezza, le migliori soluzioni per tornare a casa di notte

Sicurezza, le migliori soluzioni per tornare a casa di notte

Uno sguardo ad un'offerta che varia tra le città. L'esempio di Berlino una possibile risposta. Una serata con gli amici, la scelta obbligata o voluta

Moderatori di Facebook a rischio?
Learn Digital, il corso di Google per migliorare su internet
Alternanza scuola-lavoro ed energy manager

Uno sguardo ad un’offerta che varia tra le città. L’esempio di Berlino una possibile risposta.

Una serata con gli amici, la scelta obbligata o voluta di non prendere l’auto per ritornare a casa. È un problema logistico di non facile risoluzione: come tornare a casa stasera in sicurezza?

Una difficoltà, che in una grande città con distanze difficilmente percorribili a piedi, è percepita maggiormente da noi giovani. Ecco che ci vengono in soccorso i taxi, oppure i bus notturni, o meglio ancora il servizio di car sharing. Un ventaglio di alternative che non sempre si manifesta con la stessa efficienza e sicurezza.

– Taxi –

In molte città, compresa la nostra, i taxi offrono sconti per le ragazze o le donne che viaggiano da sole. Un’offerta che nella nostra città non è delle migliori. Il tempo d’attesa in media di 20 minuti, e il fatto che le zone periferiche sono meno servite, spesso scoraggiano gli utenti. A Milano il servizio va meglio, dove al di là di un parco auto che dopo l’1 è di 300 vetture, quello che cambia è la minore estensione della città. Solo il sabato notte tra le 3 e le 4 si rischia di aspettare più : in quel caso è ben essere accorti, prenotando l’auto in anticipo. A Firenze invece trovare un taxi di notte può rivelarsi un’ impresa ardua. Lo spiega Patrizia Arponi, attenta osservatrice della realtà cittadina, suggerendo l’esempio di Berlino come una strada percorribile. Nella capitale tedesca un centralino ti mette in contatto con altre donne, disposte a darti un passaggio a un costo esiguo.

– Autobus –

Per quanto riguarda gli autobus, la non rosea situazione del trasporto pubblico della nostra città si riflette nella mobilità notturna. Scegliere di affidarsi ai bus notturni per muoversi può rivelarsi un atto di coraggio, tra corse saltate e mezzi guasti. Considerando anche gli orari di chiusura della metro (23,30 normalmente e il sabato all’1:30) non è certamente agevole tornare a casa con le linee metropolitane.

– Car Sharing –

La migliore opzione per tornare a casa, forse viene dal car sharing, un servizio presente in alcune città tra le quali Firenze, Roma, Napoli, Torino. Sempre più usato dai giovani, é comodo ed economico, a patto che non si esageri con l’alcool.

#FacceCaso

Di Luca Pennacchia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0