Tempo di lettura: 2 Minuti

Potenza, nasce lo sportello anti-gender

Potenza, nasce lo sportello anti-gender

Gender. Una parola entrata nel nostro vocabolario ma che spaventa e crea tante divisioni. Secondo la Treccani gender è la traduzione inglese della pa

Cuneo, no ai distributori di preservativi. Ma c’è una petizione…
Profilattici nelle scuole: diminuiscono le infezioni tra i giovani
Più aborti e meno pillole, la gravidanza è una cosa seria

Gender. Una parola entrata nel nostro vocabolario ma che spaventa e crea tante divisioni.

Secondo la Treccani gender è la traduzione inglese della parola genere. Il termine indica che si è maschi o femmine non in base a differenze fisiche, ma comportamentali. Il genere nella maggioranza dei casi corrisponde a quello biologico ma non è detto che debba essere forza sempre così.
Una concetto criticato fortemente da ambienti cattolici che parlano di teoria del “gender”.

Una vera e proprio ideologia che secondo alcuni religiosi mira alla distruzione della famiglia tradizionale basata su una chiara distinzione dei sessi.
E ai cattolici oltranzisti di Potenza questa parola fa paura. Tanto da decidere di aprire uno sportello contro la cultura gender. Un’iniziativa promossa dal Popolo della Famiglia, intenzionata “a fornire notizie su un tema non troppo conosciuto”.

Ad annunciarlo la portavoce per la Basilicata Valeria Giorgio che spiega così la decisione:

“Grazie all’esperienza maturata in questi anni e al lavoro già intrapreso sul territorio nazionale, a cominciare da Brescia, con l’opera professionale, documentata e instancabile di Sara Prandini, proveremo a offrire un supporto a quanti ce lo richiederanno”.

Che la definisce una “vera e proprio battaglia di civiltà portata avanti insieme ai nostri figli”. Una campagna contro la “visione gender”, dettata da Papa Francesco, che la definisce una grande minaccia per il matrimonio e le differenze sessuali. Le parole della portavoce portano alla ribalta il tema dell’educazione sessuale nelle scuole.

Con alcuni genitori preoccupati che la “teoria gender” venga insegnata nelle aule scolastiche distorcendo l’orientamento sessuale dei propri figli. E proprio lo sportello di Potenza, secondo gli ideatori, vuole impedire tutto ciò. Sarà aperto a genitori, docenti, dirigenti scolastici, o chi vorrà avere maggiori informazioni sull’argomento. Una notizia che ha già destato qualche polemica.
E voi come giudicate l’iniziativa? Donna o uomo si nasce o si diventa ?

#FacceCaso

Di Luca Penacchia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0