Tempo di lettura: 3 Minuti

Ginnastica artistica: perché praticarla?

Ginnastica artistica: perché praticarla?

La ginnastica artistica, praticata dal 1896, è una delle discipline più complete. Ecco che cos’è e quali sono i vantaggi di questo sport. È uno sport

Fascetta celebrale: è cinese l’ultima invenzione per non distrarsi a lezione
Poca avventura e più sicurezza per le vacanze dei giovany
Il pugilato è uno sport solo per uomini super palestrati?

La ginnastica artistica, praticata dal 1896, è una delle discipline più complete. Ecco che cos’è e quali sono i vantaggi di questo sport.

È uno sport individuale olimpico, sia maschile sia femminile. L’atleta di tale disciplina, il ginnasta, deve essere dotato di forza e velocità, elevata mobilità articolare e deve sostenere un allenamento molto intenso per perfezionare gli elementi di coordinazione. Andiamo a conoscere il mondo della ginnastica artistica.

In campo femminile sono quattro le specialità di questo sport:

  • trave
  • volteggio
  • parallele asimmetriche
  • corpo libero

A seconda della preparazione, sulla trave è possibile compiere una varietà di movimenti. Per le atlete più piccole, durante le gare, può bastare anche solo camminare sulle punte senza, però, sbilanciarsi. Per i dilettanti la trave viene posta ad un’altezza più bassa. Nei livelli agonistici invece si possono eseguire elementi più complicati, come capovolte, ruote o ribaltate.

Per eseguire un volteggio, la ginnasta prende la rincorsa, salta su una pedana posizionata davanti alla tavola e dopo aver appoggiato le mani sull’attrezzo esegue il volteggio vero e proprio.

L’esercizio alle parallele asimmetriche, che inizia con un’entrata e termina con un’uscita, nella quale la ginnasta si stacca definitivamente dallo staggio ed atterra sul tappeto, richiede soprattutto forza nelle braccia.

Per il corpo libero è richiesto un accompagnamento musicale e si svolge su una pedana quadrata sulla quale la ginnasta esegue salti ed evoluzioni. Tale disciplina richiede resistenza fisica e sviluppo dei muscoli degli arti superiori e inferiori.

Tale attività presenta innumerevoli vantaggi che sono fondamentali nello sviluppo psicofisico specialmente nei ragazzi e bambini. I benefici fisici che tale disciplina apporta sono: il rafforzamento muscolare, la coordinazione e l’equilibrio, l’elasticità e il portamento. Mentre i principali benefici psicologici che derivano da tale sport sono: l’autostima, la concentrazione e il coraggio.

La ginnastica artistica oltre ad essere divertente e stimolante è uno sport fondamentale per il nostro benessere fisico e mentale. Quindi perché non praticarla?

#FacceCaso

Di Sofia Borghi

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0