Tempo di lettura: 3 Minuti

Studenti Luiss e team manager nella As Roma, il racconto di Stefano Marcianò

Studenti Luiss e team manager nella As Roma, il racconto di Stefano Marcianò

Vivere una doppia esperienza formativa da team manager e studente universitario. Con la partnership LUISS-As Roma è possibile, ce ne parla Stefano Mar

Instagram attacca le fabbriche di likes
Abbiamo perso il sonno
Zapptales: le chat whatsapp come album di famiglia

Vivere una doppia esperienza formativa da team manager e studente universitario. Con la partnership LUISS-As Roma è possibile, ce ne parla Stefano Marcianò.

Stefano Marcianò, studente al terzo anno di Economia della LUISS, ha avuto modo di provare nel corso dell’ultimo anno un’importante esperienza formativa. Essere team manager nel settore giovanile della Roma, capire cosa voglia dire anche da un punto di vista societario e aziendale lavorare nel calcio. Ci ha raccontato la sua “avventura”, ricca di spunti.

1)Ciao Stefano! Allora, tu hai avuto l’opportunità nel corso di quest’anno di vivere l’esperienza da team manager nel settore giovanile della Roma. Come sei arrivato a ciò?

Ciao a tutti. La mia esperienza è stata resa possibile dalla collaborazione tra la Luiss e la scuola calcio della Roma.
Dopo aver frequentato il corso da team manager nel mese di marzo in Università, ho superato un test finale e ho sostenuto un colloquio in Luglio e sono risultato idoneo.
Durante il corso ho avuto la possibilità di ascoltare importanti esponenti del mondo dello sport e ho partecipato ad un workshop sul legame tra lo sport e l’economia.

2) La Luiss quindi da tramite di tale iniziativa. Sei riuscito in sede a frequentare dei corsi preparatori?

Prima di iniziare la collaborazione ho partecipato ad un corso preparatorio sulla figura del team manager con tutto lo staff della scuola calcio sulla gestione della stagione sportiva e delle eventuali problematiche.

3) Quanti ragazzi e ragazze sono state coinvolte nell’iniziativa?

Gli studenti idonei della Luiss sono stati 35, mentre quelli partecipanti erano 150.

4)Per quale settore giovanile della Roma hai lavorato?

La scuola calcio della Roma allena i bambini dalla categoria 2005 fino alla categoria 2012. Io ho lavorato per la categoria “Primi calci” 2009.

5) Una prova sul “campo” impegnativa, ma ti sei sentito soddisfatto?

Sono molto soddisfatto dell’anno trascorso insieme ai bambini. È stata un’esperienza che ha richiesto dei sacrifici, ma vivere lo spogliatoio e le partite è un’esperienza formativa. Si condivide insieme il gioco e l’ansia della gara, si assiste ai miglioramenti dei bambini e si hanno gli stessi obiettivi da perseguire insieme.

6) Un momento che porterai particolarmente impresso di quest’anno.

Ho provato delle bellissime emozioni nel vedere la gioia negli occhi dei bambini dopo la vittoria di un torneo.
È stata la migliore conclusione di una stagione fantastica.

7)Consiglieresti il tuo stesso percorso ai prossimi colleghi dell’università?

Senz’altro, è una grande opportunità che permette non solo di ampliare il proprio curriculum, ma anche di confrontarsi con il mondo del lavoro in una squadra professionistica.

Grazie mille Stefano e in bocca al lupo con i tuoi studi!

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0