Tempo di lettura: 3 Minuti

Milano, ecco dove abitano gli studenti stranieri

Milano, ecco dove abitano gli studenti stranieri

Di stranieri che studiano a Milano ce ne sono molti ma dove studiano e soprattutto dove alloggiano? 9.000. È questo il numero di stranieri che, trami

Studiare all’Università diventa un’impresa impossibile per una studentessa disabile
Vacanze alternative? Scegli Yescapa per un’esperienza on the road!
Louisiana2.0: solo studenti bianchi

Di stranieri che studiano a Milano ce ne sono molti ma dove studiano e soprattutto dove alloggiano?

9.000. È questo il numero di stranieri che, tramite programmi di scambio, frequentano per periodi di tempo più o meno lunghi le Università milanesi. Giunti nel capoluogo lombardo, però, la loro prima urgenza è innanzitutto quella di “sistemarsi”. Insomma, dove possono trovare un alloggio?

Proprio cercando di dare una risposta a questa domanda, Uniplaces, portale attivo nel settore degli affitti per universitari, ha tracciato una mappa degli studenti fuori sede. In questo modo ha individuato quali sono i quartieri preferiti dagli studenti di ciascuna nazionalità.

Si tratta di una trovata interessante, oltre che per gli amanti delle statistiche, anche per chi sta cercando la zona più adatta per piantare momentaneamente le tende. Sapere che in un determinato quartiere risiede un’alta percentuale di connazionali, infatti, può aiutare ad ambientarsi in una realtà nuova ed estremamente complessa come Milano.

Dando un’occhiata ai dati raccolti da Uniplaces, ci accorgiamo che la delegazione straniera più numerosa è quella francese. I transalpini preferiscono zone come quella dei Navigli, a contatto con la Bocconi, e quella attorno a Città Studi, a due passi dal Politecnico.

Per quanto riguarda le altre nazionalità ecco una rapida e concisa lista di Paesi, associati alle rispettive “zone di influenza” e alla percentuale di residenti per ciascuna di esse:

  • Germania: Navigli (15,4%) e Centro storico (11,7%)
  • Spagna: Città Studi (21,4%) e Stazione Centrale (14,9%)
  • India: Bovisa (42,6%)
  • Cina: Bovisa (17,3%), zona viale Washington (14,7%), Città Studi, quartiere Isola e zona Lodi (10,5%)

Naturalmente non tutti gli studenti stranieri si affidano a Uniplaces e per questo i dati risultano incompleti. Nonostante ciò sono comunque sufficienti per calcolare una media delle tariffe d’affitto. Si va da un minimo di 588 ad un massimo di anche 660 euro al mese.

Non stiamo parlando di cifre esorbitanti, considerando che nella maggior parte dei casi si tratta di zone abbastanza centrali, ma neanche troppo basse. Forse calare i prezzi incrementerebbe questo incessante flusso multietnico che caratterizza gli Atenei di Milano. Insomma dopo EXPO cerchiamo di promuovere anche IMPORT, no?

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0