Tempo di lettura: 3 Minuti

Spray al peperoncino a scuola: individuati i tre colpevoli

Spray al peperoncino a scuola: individuati i tre colpevoli

Ad azionarlo sarebbero stati tre studenti. L’intera classe è stata sospesa per quattro giorni con obbligo di frequenza. #FacceCaso. Nella mattinata d

Sistema scolastico portoghese
Futura : Bologna e il piano scuola digitale
Netflix a Roma, ecco le novità

Ad azionarlo sarebbero stati tre studenti. L’intera classe è stata sospesa per quattro giorni con obbligo di frequenza. #FacceCaso.

Nella mattinata di lunedì 18 dicembre, presso la scuola Vespucci di Livorno, uno spray al peperoncino ha portato all’evacuazione dei locali e al trasferimento in ospedale di sette studenti dell’istituto.

Ad azionarlo sarebbero stati tre studenti. L’intera classe è stata sospesa per quattro giorni con obbligo di frequenza (cioè il resto della settimana fino all’inizio delle vacanze di Natale) e con l’esclusione dalle gite fino al termine dell’anno scolastico.

I tre colpevoli dovranno scontare ulteriori dieci giorni di sospensione alla ripresa delle attività didattiche, nel 2018, per un totale di due settimane. pI giovani non sono stati segnalati alla questura, ma rischiano di incorrere in conseguenze penali per procurato allarme, interruzione di pubblico servizio e getto pericoloso di cose.

“Nessuno sarà automaticamente bocciato certamente faremo con tutta la classe un ulteriore approfondimento sulla educazione alla salute”. Precisa la dirigente scolastica Simonetta Costagliola.

L’episodio accaduto all’Iti Galilei la scorsa settimana (anche in quel caso diversi studenti e insegnanti sono finiti al pronto soccorso) ha stabilito un pericoloso precedente, che purtroppo è stato emulato al Vespucci.

La dirigente Costagliola non ha perso tempo e ha immediatamente convocato gli organi scolastici al fine di individuare i responsabili e metterli di fronte alle loro responsabilità. Le punizioni impartite basteranno a mettere in riga i tre colpevoli?

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0