Tempo di lettura: 3 Minuti

L’ Australia e le sue tasse universitarie

L’ Australia e le sue tasse universitarie

Modello particolare per la spesa universitaria in Australia: se ti indebiti puoi pagare solo quando guadagnerai bene. Se in Italia si continua a parl

Ass Kicker: il caffè che può tenerti sveglio fino a 18 ore
Sigarette: giovani spaventati dalle immagini
Attenzione, vietato imbrogliare all’università: in Australia arriva il riconoscimento facciale!

Modello particolare per la spesa universitaria in Australia: se ti indebiti puoi pagare solo quando guadagnerai bene.

Se in Italia si continua a parlare della proposta di Grasso di abolire le tasse universitarie, oggi voliamo in Australia.
Lo facciamo per raccontarvi il metodo adottato da questo paese per permettere ai propri studenti di far fronte ai costi universitari ( alti ) senza rovinarsi la vita in mutui.
Il riferimento è al prezzo altissimo pagato ad esempio dagli studenti americani, che con i prestiti universitari aprono bolle decennali che fanno fatica a ripagare.

Negli atenei australiani c’è meno stress. Fai un debito per pagare la retta universitaria? Lo paghi se e soltanto una volta raggiunti una determinata soglia di reddito, quindi con un buon lavoro già avviato. Inoltre niente tassi di interesse, solo quello ritirato che va ridato per intero.
Lo “student loan” del paese Oceanico è quindi una versione molto più soft del mutuo universitario made in Usa. Se pensate che in quest’ultimo caso si parla di 1,5 trilioni di debiti per 44,2 milioni di laureati, vi rendete conto da soli che un problema c’è, ed è gigante.

In Italia oggettivamente il costo universitario proporzionato al reddito è un sistema equo, che però inevitabilmente non garantisce strutture di alta qualità o investimenti sulla ricerca notevoli.
La soluzione Australiana probabilmente è applicabile solo in un paese benestante quale esso è. “Help”, higher education loan program, la forma di prestito che rende il rimborso obbligatorio solo con un reddito sopra la soglia minima.

Quanti studenti però ci sono nel paese dei canguri? Un milione circa il totale di iscritti all’ultimo anno accademico, numero che rende sostenibile tale offerta per tutto il sistema bancario locale. Negli Usa, a cui facciamo riferimenti, gli universitari sono invece quasi 21 milioni… piccola differenza insomma.
A quanto è fissata la soglia di rimborso Help? Per il 2017-18 a 55.874 dollari australiani, che poi scenderà nel prossimo anno a 45mila dollari.

Insomma, un sistema alquanto interessante, che potrebbe essere studiato attentamente nei prossimi anni e, perché no? Proposto sotto una nuova forma, magari sostenibile nel nostro paese.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0