Tempo di lettura: 1 Minuti

Democrazia a rischio con i social network?

Democrazia a rischio con i social network?

La democrazia viene minata dai social media. A dirlo, dopo le parole di Soros, lo stesso Facebook. A parlare di democrazia e social network è stato p

Vatican Hackathon: giovani supereroi
Hikkimori: vivere in una scatola
Domenica da Serie TV e Film del Caso: il nostro BestOf #45 – Love Edition

La democrazia viene minata dai social media. A dirlo, dopo le parole di Soros, lo stesso Facebook.

A parlare di democrazia e social network è stato prima Soros, che ha considerato questi ultimi un monopolio pericoloso.
Poi il gigante per eccellenza è intervenuto confermando certi aspetti. “Vorrei poter garantire che gli aspetti migliori avranno la meglio su quelli critici ma non posso”. Queste le parole di Samidh Chakrabarti, responsabile per il civic engagement.

E ancora lo stesso dirigente, continuando sul tema degli effetti politici della piattaforma, si è espresso in altri termini. “Se c’è una verità riguardante l’impatto dei social media sulla democrazia è che amplifica qualsiasi intenzionalità sia nel bene che nel male. Nei suoi aspetti migliori ci permette di esprimerci e di partecipare: in quelli peggiori diventa uno strumento che consente alle persone di diffondere disinformazione ed erodere la democrazia stessa”.

Un mea culpa che conferma tante cose, in primis la responsabilità dei social media per le fake news, fenomeno che le piattaforme amplificano a dismisura. Ma anche per ciò che si è visto fare alla Russia con le presidenziali americane.

“Ci siamo trovati di fronte a una minaccia difficile da prevedere, ma avremmo comunque dovuto farlo meglio. Ci rendiamo conto che gli stessi strumenti che danno più voce alle persone posso essere usati da altri per diffondere bufale e disinformazione”.
In ogni caso la stessa società chiarisce che Facebook non può certo ergersi a “depositaria della verità”.

E allora forse stiamo parlando davvero di un tema irrisolvibile…

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0