Tempo di lettura: 1 Minuti

City Risks, l’app antifurto

City Risks, l’app antifurto

Progetto nato in Grecia grazie a fondi europei, City Risks è un’app per ritrovare la bici dopo un furto. Scopriamola meglio. City Risks ha tanti aspe

Buon compleanno Hashtag
L’ansia da social network si chiama Fomo

UniPadova: Bar da Mario all’asta, studenti in rivolta

Progetto nato in Grecia grazie a fondi europei, City Risks è un’app per ritrovare la bici dopo un furto. Scopriamola meglio.

City Risks ha tanti aspetti interessanti. Intanto è una Start Up nata in Grecia, segno che qualcosa in quel paese si sta muovendo dopo la crisi nera.
Poi perché si sviluppa anche grazie ai fondi stanziati dall’Unione Europea, infine perché potrebbe rivelarsi davvero utile, soprattutto nelle grandi città.

Si tratta di un’applicazione tramite cui possiamo segnalare il furto della propria bicicletta, ritrovarla grazie a una connessione Gps oppure segnalare percorsi alternativi7situazioni di rischio e pericolo per la comunità.
Come detto progetto greco, sperimentato però adesso a Roma e Londra. Affinché ci fosse sostenibilità finanziaria è servito, come detto, il sostegno della comunità europea. Nello specifico la Commissione Europea nell’ambito del Programma per la Ricerca e l’Innovazione Horizon 2020.

La nostra Capitale sarà partner per lo sviluppo di questo progetto fino al 2020. La funzionalità è strettamente legata a un localizzatore satellitare che permette di rintracciare una persona o un oggetto.
Attraverso questo si monitora la stessa bici e si verifica l’eventuale stato di rapina, che può essere seguito come il gps o scatola nera di una macchina.

Si tratta sicuramente di un’idea interessante. Ha ancora bisogno di perfezionamenti, ma il progetto sta prendendo forma e quando sarà del tutto completato permetterà di dar vita a una comunità più sicura.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0