Tempo di lettura: 1 Minuti

Italia ultima in Europa per competenze digitali dei docenti

Italia ultima in Europa per competenze digitali dei docenti

Non basta la formazione di 50mila docenti. L’Italia come al solito non raggiunge i numeri europei in competenze digitali e resta al palo. Secondo l’I

Notification History ti fa leggere i messaggi cancellati su WhatsApp
Legge 104 popolarissima tra i docenti: usata nove volte di più

UniPadova: Bar da Mario all’asta, studenti in rivolta

Non basta la formazione di 50mila docenti. L’Italia come al solito non raggiunge i numeri europei in competenze digitali e resta al palo.

Secondo l’Indice digitale europeo Desi 2018, per il quarto anno consecutivo il nostro paese è 25esimo su 28 in tema digitale. Per quanto riguarda le competenze digitali dei docenti poi, siamo ancora ultimi.
Tale relazione Desi ha l’obiettivo di rilevare i progressi compiuti dai cittadini degli stati membri in termini di digitalizzazione. Cinque elementi: connettività, Capitale Umano, uso dei servizi, Integrazioni delle tecnologie digitali e servizi pubblici digitali.

Per quanto riguarda il mondo dei docenti poi c’è il PNSD. Piano nazionale di scuola digitale, con cui il Miur è riuscito grazie a partner e iniziative a far crescere la digitalizzazione scolastica.
Anche i risultati sui professori sono buoni, con 50.000 insegnanti digitalizzati, ma i numeri sono ancora troppo bassi perché si possa tornare alla pari rispetto agli paesi di area Europea.

Questo progetto codifica anche 1,3 milioni di studenti, un traino che sta cercando di colmare quel vuoto profondo lasciato da anni di incuranza su tema digitale, per la scuola come per altri campi (basta pensare alla fibra ottica). L’Italia però è ancora indietro, e su certi numeri bisognerà migliorare.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0