Tempo di lettura: 1 Minuti

Depressione da Instagram

Depressione da Instagram

Il fenomeno della depressione causata dal social è in crescita, come dimostrano alcune ricerche sulla salute mentale. C’è da preoccuparsi? La depress

Resto al Sud, l’incentivo per gli under 36 che investono sul Meridione
Problemi? Tu chiami, “Pronto Scuola!” risponde
La storia del ragazzo italiano ucciso a Lloret del Mar

Il fenomeno della depressione causata dal social è in crescita, come dimostrano alcune ricerche sulla salute mentale. C’è da preoccuparsi?

La depressione causata da Instagram non è un’assurdità inventata di sana pianta. Purtroppo, anche l’eccessivo uso di questa piattaforma che piace a tutti, soprattutto noi giovany, procura dei rischi.
durante “Mental-health awareness week”, la settimana che nel Regno Unito viene dedicata alla salute mentale, l’Economist ha fatto uscire dei numeri di ricerche scientifiche sul rapporto tra social network e patologie quali depressione e mancanza di sonno. Instagram, tra tutti, è proprio quello che deprime di più, mentre Face Time quello che rende più felice.

Le informazioni a riguardo sono tratte da Moment, una activity-tracking app che vanta circa un milione di utenti e che una volta al mese chiede loro quante siano le ore passate sulle piattaforme e dire se siano infelici o felici dopo essere stati connessi. In questo caso solo il 37% afferma soddisfazione dopo Instagram, e quasi a questo livello, intorno al 40%, Facebook e Tinder.

Come dicevamo prima invece per Face Time il grado di soddisfazione è al 90%, altissimo rispetto agli altri.
Questi dati sono molto significativi, perché parlano della felicità per tempo trascorso e in relazione a ogni singolo social. Instagram forse, con una scorpacciata di foto e video, ci fa sentire insoddisfatti rispetto a chi sembra vivere momenti più belli mentre noi siamo lì a guardare. E forse in effetti dovremmo limitarne il consumo.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0