Tempo di lettura: 2 Minuti

In Italia Erasmus+ per professori è un vero successo!

In Italia Erasmus+ per professori è un vero successo!

Una grandiosa opportunità per tutti i docenti, Erasmus+ per professori in Italia riceve centinaia di domande ogni anno. Che Erasmus+ sia in assoluto

Dalle divise ai jeans strappati: i cambiamenti della scuola dal 1948 ad oggi
Notte Bianca 2019: Sapienza Porto Aperto
Esami di Maturità 2019, idee ancora poco chiare

Una grandiosa opportunità per tutti i docenti, Erasmus+ per professori in Italia riceve centinaia di domande ogni anno.

Che Erasmus+ sia in assoluto il programma europeo più amato dai giovani è indubbio, ma anche i nostri prof hanno voglia di fare esperienze, in Italia le domande per partecipare all’Erasmus+ per professori aumentano in modo esponenziale ogni anno. Buon segno, i professori credono nell’Europa e continuano ad avere voglia di imparare e di migliorare il loro insegnamento.

Erasmus+, un’opportunità per “rimanere al passo con i tempi

Nella nostra epoca i cambiamenti sono all’ordine del giorno, la tecnologia si sviluppa a una velocità mai vista prima, le lingue diventano uno strumento fondamentale e la scuola non può non rimanere al passo con i tempi. Per i nostri professori, soprattutto per quelli un po’ più “anziani”, può risultare complicato adattarsi ai continui cambiamenti. Per questo l’opportunità che viene offerta dall’Erasmus+ ai nostri docenti non è solo fondamentale per loro stessi ma anche per noi studenti.

Le domande crescono ogni anno

I dati ci dicono che rispetto all’anno scorso i numeri di professori e professoresse che hanno fatto domanda per partecipare all’Erasmus+ sono aumentati del 23%. Sempre più adulti, quindi, vogliono provare questa esperienza che apre la mente. Ciò significa che sono 3.344 gli insegnanti che sono pronti a fare le valigie e partire (per un massimo di due mesi) per una meta straniera.

Cosa fanno i prof in Erasmus?

Immagino vi starete chiedendo che ci vanno a fare i professori in Erasmus. Beh, dovete sapere che le opportunità per loro sono molto ampie: corsi di lingua, corsi di innovazione del curriculum, corsi di tecnologia e sui metodi educativi innovativi. Tante belle occasioni per migliorare la didattica e le conoscenze. Uno sguardo sull’Europa e sul mondo di sicuro non può che far bene ai nostri docenti che a mio avviso, troppo spesso, sono ancora fossilizzati su un metodo didattico ormai superato.

Le mete preferite dei nostri prof

Vediamo ora da dove vengono e dove vogliono andare i nostri prof italiani più intraprendenti. La maggior parte dei docenti che vogliono intraprendere l’esperienza provengono dall’Emilia Romagna (467 prof), dalla Sicilia (365 prof) e dalla Puglia (365 prof). La maggior parte di loro preferisce le mete più classiche come l’Irlanda, il Regno Unito e la Finlandia.

E voi? Dove ve ne andreste?

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0