Inglese: gli studenti non lo imparano a scuola

Inglese: gli studenti non lo imparano a scuola

Riusciranno i nostri eroi ad imparare l’inglese a scuola? #FacceCaso. Noi italiani in inglese siamo un disastro. Pensa che il 44% degli studenti di t

Al salone del mobile con QUASAR DESIGN UNIVERSITY!
È giusto sacrificare gli studenti anche se per una causa lecita?
Di Facebook Stories non sentivamo bisogno…

Riusciranno i nostri eroi ad imparare l’inglese a scuola? #FacceCaso.

Noi italiani in inglese siamo un disastro. Pensa che il 44% degli studenti di terza media non raggiungono il livello A2 nella comprensione dell’inglese, (e stiamo parlando appena della sufficienza).

Con un mega gap tra Nord e Sud, nel Meridione le percentuali delle caprette superano il 50%. 

Assurdo, se si pensa che la lingua straniera si studia dalle elementari, spesso anche dall’asilo. A maggior ragione considerando che nel lontano 2000, l’Italia ha sperimentato il Clil (Content and language integrated learning).

Ovvero la possibilità di studiare in lingua inglese una disciplina non linguistica, al punto da inserirla negli ordinamenti scolastici nel 2010.

Successivamente la riforma della Buona Scuola ha proposto agli istituti di estendere il Clil non solo al quinto liceo ma anche alla primaria e alle medie, ma il grado di diffusione nelle scuole sembra ancora limitato. 

Negli anni 2015/16 e 2016/17 sono stati stanziati 3 milioni di euro ed attivati ben 250 progetti che hanno coinvolto circa 2.000 istituti. Riusciranno i nostri eroi ad imparare l’inglese a scuola o saremo tutti costretti a trascorrere un periodo più o meno lungo della nostra vita all’estero per studiarlo degnamente? 

#FacceCaso. 

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0