Tempo di lettura: 3 Minuti

Horizon 2020, fondi dall’UE per università e ricerca

Horizon 2020, fondi dall’UE per università e ricerca

Horizon 2020 è un progetto a firma UE, basato su finanziamenti cui possono attingere le migliori università europee. In Italia guida il Politecnico di

Alma Mater indirizza i giovani verso il lavoro
I giovani si spostano sempre più per studiare!
A Bologna cominciano le lezioni all’aperto

Horizon 2020 è un progetto a firma UE, basato su finanziamenti cui possono attingere le migliori università europee. In Italia guida il Politecnico di Milano.

Fondi per università e ricerca, l’Europa si muove e l’Italia cerca di approfittarne. Riuscendoci, a volte, faticando altre.

Cos’è Horizon 2020?

Il programma Horizon, nato e sostenuto dai fondi dell’Unione Europea, rappresenta un incentivo nel campo della ricerca e dell’innovazione. Sono quasi 80 i miliardi messi a disposizione dell’UE per gli istituti meritevoli che baseranno i propri progetti su tre pilastri:

eccellenza scientifica

– leadership industriale

– sfide per la società.

Le Università Italiane

Il polo italiano che è riuscito ad ottenere i maggiori finanziamenti è il Politecnico di Milano. Ben 332 i progetti che hanno incontrato l’approvazione degli addetti Horizon, per un finanziamento totale che va oltre i 140 milioni di euro.

Prima di tutto abbiamo ottimi ricercatori e questa è la base di partenza”, ha dichiarato a IlSole24ore Donatella Sciuto, prorettore vicario con delega alla ricerca del Politecnico di Milano.

Poi, abbiamo potenziato il nostro servizio centralizzato di assistenza per l’organizzazione delle politiche di attrazione dei fondi europei, sia per i programmi individuali sia per quelli in collaborazione con le aziende, che sono una parte rilevante dei progetti approvati e finanziati”.

Segue, in quanto a finanziamenti ricevuti (circa 100 milioni per 244 progetti), l’Alma Mater di Bologna, risultata però prima per quanto riguarda le Societal Challanges.

Un risultato che è il frutto di uno sforzo collettivo di tutta la nostra comunità. Dai nostri ricercatori, capaci di raggiungere obiettivi importanti facendo rete con altri atenei, imprese e istituzioni di tutta Europa, ai tecnici che seguono l’implementazione dei progetti”, è quanto ha detto Antonino Rotolo, prorettore alla Ricerca dell’università emiliana.

Chiude il podio il Politecnico di Torino, con circa 71 milioni di euro in finanziamenti, mentre al quarto posto, subito dietro, troviamo l’Università La Sapienza di Roma con 69,94 milioni.

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0