Tempo di lettura: 3 Minuti

Gli Hemme ci fanno viaggiare con il loro nuovo singolo “Vista Mare”

Gli Hemme ci fanno viaggiare con il loro nuovo singolo “Vista Mare”

In questi giorni di quarantena, finalmente apriamo una finestra con "Vista Mare". È fuori oggi il nuovo singolo degli Hemme, nato da una storia partic

E se l’Università fosse un lavoro?
Domenica da Serie TV e Film del Caso: il nostro BestOf #24
Lauree del futuro: Sostenibilità, Data Science e Intelligenza Artificiale

In questi giorni di quarantena, finalmente apriamo una finestra con “Vista Mare”. È fuori oggi il nuovo singolo degli Hemme, nato da una storia particolare.

“Vista Mare”, fuori il 15 maggio su tutti i digital store e distribuito da Artist First, è l’ultimo singolo della crew Hemme. Dopo aver conquistato una buona fetta di pubblico e aver raggiunto più di 40k stream su Spotify con il brano Ansia, il collettivo torna con un nuovo singolo particolarmente introspettivo e personale.

Vista Mare è un gruppo di bambini sulla spiaggia che parlano della fine del mondo.

“Avevano appena staccato la corrente in studio per via di alcune bollette arretrate, così decidemmo di passare un pomeriggio in spiaggia tutti insieme: così abbiamo scritto Vista Mare. A tal proposito ci tengo a ringraziare l’ Enel: ti dobbiamo molto!” afferma la crew divertita.

Vista Mare è un posto sicuro, una “Club house” dove rifugiarsi quando le cose non vanno come si vorrebbe. Allo stesso tempo è voglia di riscatto, un bambino che grida al mondo “io esisto” . Il giro iniziale di chitarra avvolge l’ ascoltatore in un’atmosfera malinconica e amara per poi “esplodere” nella seconda parte come un urlo di rivincita. “Passo legato tutto il week-end/Ho sette sfere dentro al blister” recita il ritornello. Nell’anime giapponese “DragonBall” Le sette sfere del drago equivalgono ad un desiderio. Vuol dire che anche nei momenti più amari, portiamo sempre con noi, come in un blister, ciò che desideriamo di più.

Chi sono gli Hemme

Hemme (accaemme) è un’abbreviazione di Her Majesty ovvero “Sua Maesta”.
“Hemme sei tu. Siamo noi. Esprimersi non è mai stato un obbligo, semmai il gas. Quel filo rosso che ti incolla alla vita lo ricuciamo pezzo per pezzo. Ricordo gli anni passati e una voglia di alzare la voce che ci ha portato sin qui. Sempre stati pianeti differenti… con varie sfaccettature… immersi in vari mondi… Ma sempre parte di un tutto” afferma la crew.
È da allora che la loro visione ha messo a fuoco la strada, nati come inno a sua maestà L’HIP HOP (HisMajestyCrew @2011) e rendendo personale il concetto di credere in qualcosa e raccontare la realtà, il quotidiano. Cresciuti insieme tra i banchi di scuola, la crew targata Hemme, negli anni, si è ampliata, sommando sempre più componenti che hanno abbracciato la causa, credendo fermamente nel progetto e nella “famiglia” che si stava venendo a creare. La loro musica è un’efficace nuova dimensione intima e passionale che porta l’ascoltatore su un nuovo piano surreale e accattivante.

I componenti che hanno creato il collettivo sono:
Antonio Vincenzo Giardino in arte TonyG
Giacomo di Paola in arte Delta
Pietro Yannik Maggiacomo in arte Ian Noah
Michele Lorenzo Eburnea in arte Ian Mike
Luca Nardone in arte Liuk Narden

La crew si avvale di un team compatto composto da ben quattro produttori (BillyThaKid, Red, Fnk, Liuk Narden), un ingegnere del suono (Church of noise), due fotografi (Anuubi Studio),
un manager (Luca Cima) e un videomaker (Sanchez) e un SMM, ovvero Andrea Sabatino.

“Vista Mare”
Prodotta da Fnk / Church of noise / BillyThaKid
Sulla traccia le voci di: Tony G / Ian Noah / Delta / Ian Mike
Master&Mix: Church of Noise
Art work: Alessio Palazzi in arte Jordan Brown

#FacceCaso

Di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0