Tempo di lettura: 2 Minuti

Stefano Gurioli collabora con Leo Pari per il suo nuovo singolo

Stefano Gurioli collabora con Leo Pari per il suo nuovo singolo

Fuori a partire dal 3 luglio, su tutti i Digital Store, Chiude il Cocoricò, l’ultimo singolo di Stefano Gurioli in collaborazione con Leo Pari. È un

RoboCup: l’istituto Giorgi salta la finale mondiale per mancanza di fondi
L’ Indie è davvero morto? Ecco a voi una classifica dei 5 migliori album con etichetta indipendente post 2000
Olimpiadi di Italiano: arriva la finale!

Fuori a partire dal 3 luglio, su tutti i Digital Store, Chiude il Cocoricò, l’ultimo singolo di Stefano Gurioli in collaborazione con Leo Pari.

È un brano difficile da incasellare in un genere ben definito: la produzione frizzante ed elettronica firmata Leo Pari conduce certamente l’ascoltatore in uno splendido frangente dance particolarmente scoppiettante, la scrittura e l’interpretazione, invece, riconducono ad un universo sonoro incasellato a cavallo tra il rock cantautorale e l’inconfondibile penna di Stefano Gurioli.

Il brano ha tutte le peculiarità del classico “tormentone estivo”, creando così un ironico bipolarismo che richiama a gran voce diversi fattori essenziali per la comprensione e l’approfondimento del testo: un’esclusione categorica di qualsivoglia moralismo, l’utilizzo di immagini con cui è facile empatizzare molto, il racconto senza veli del cambiamento economico e socio-culturale che ha visto l’Italia dei fantomatici anni ’80 vivere una luce dettata da
“brindate ai bangladini, cene ai baracchini” e appunto il Cocoricò che chiude inesorabilmente. Un racconto crudo e spensierato, un’immagine ben definita e senza giri di parole.

“Il brano nasce dall’esigenza di raccontare una società dal punto di vista di chi, crescendo, ha sempre e solo visto chiudere tutto. Una società che nonostante tutto cerca di continuare a vivere nell’edonismo dei fantomatici anni di boom economico, ma che in realtà è profondamente cambiata”.

“Ho covato l’idea di questo testo per molti anni, e ogni volta che tornavo a Riccione diventava sempre più nitida. La strada tra Rimini e Riccione, tra alberghi e locali in disuso, racconta davvero tanto del cambiamento economico e socio-culturale che ha visto l’Italia negli ultimi trent’anni. Quando nel 2019 ha chiuso il Cocoricò ho trovato l’immagine e la melodia giusta per raccontare questo sentimento, sicuramente meglio di come stia facendo adesso a parole”.

Chi è Stefano Gurioli

Stefano Gurioli è un cantautore nato il 7/09/1996 ad Ivrea.
Il 12 Maggio 2017 è uscito il primo disco, “Giorni Migliori”, di undici tracce. All’interno si possono percepire diverse influenze tra cui un ottimo pop-rock e ovviamente l’it-pop made in Italy.
Grazie a due canzoni di quest’album, “Il Battito Del Cuore” e “Jenny”, Gurioli ha avuto occasione di suonare a Modena Park in occasione del concerto di Vasco Rossi.
Nell’estate dello stesso anno ha condiviso il palco dell’InCantoSummerFestival con Vittorio De Scalzi e Ivana Spagna.
Nell’estate 2018 ha condiviso il palco dello stesso festival con Giusy Ferreri e Stash dei The Kolors.
Il 14 Gennaio 2019 è uscito il suo secondo disco, “La terra dei fouchi d’artificio”, che ha la peculiarità di avere i videoclip di tutte le canzoni collegati da un’unica storia.
Il 28 Aprile 2019 ospite a Spaghetti Unplugged (Marmo, Roma).
Il 5 Ottobre 2019 ospite del MEI a Faenza sul palco del GRM Management.
Con la sua band porta in giro il disco live cercando di suonare il più possibile nei locali, prevalentemente riarrangiando il progetto in acustico, e ai festival dedicati alla musica emergente, suonando al completo.
Il 27 Marzo 2020 esce il suo primo brano per il GRM management, intitolato “Stelle Cadenti”.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0