Tempo di lettura: 2 Minuti

Dialoghi Italo-Francesi Junior: il bando per un ponte diplomatico giovanile

Dialoghi Italo-Francesi Junior: il bando per un ponte diplomatico giovanile

La LUISS Guido Carli di Roma e la Sciences Po di Parigi insieme per il bando Dialoghi Italo-Francesi Junior: scopri questa super iniziativa! Italia e

L’Australia brucia: giovany a rapporto!
Auricolari spostatevi, arrivano i cerotti “smart”
Roma: torna la IV edizione del Festival internazionale dei corti cinematografici ASFF

La LUISS Guido Carli di Roma e la Sciences Po di Parigi insieme per il bando Dialoghi Italo-Francesi Junior: scopri questa super iniziativa!

Italia e Francia, così stereotipate ma anche fortemente legate tra loro. C’è tanto che unisce i due paesi non solo a livello politico ed economico, ma anche sul piano culturale. Solo lo scorso novembre è stato celebrato un anno dalla firma del Trattato del Quirinale firmato da Macron e Draghi volto a rafforzare una cooperazione bilaterale. Ma perché ci interessa? Perchè è arrivato un bando davvero molto interessante!

Sei uno studente universitario o liceale? Parli fluentemente sia l’italiano che il francese? Questo post fa al caso tuo. Fino all’11 febbraio hai tempo per mandare la tua candidatura di partecipazione alla prima edizione dei Dialoghi Italo-Francesi Junior organizzati da Association Marianne, della LUISS Guido Carli di Roma, e La Strada, della Sciences Po di Parigi e patrocinati da entrambe le università.

L’obiettivo è di creare un ponte diplomatico giovanile tra i due paesi sulla base dell’articolo 9 del Trattato del Quirinale.

Ma vediamo di cosa si tratta.

L’edizione 2023 del bando sarà incentrata sul tema della cultura e sarà divisa in tre momenti. La prima fase prevede un ciclo di otto masterclass in modalità mista tenute da invitati e personaggi di rilievo del mondo istituzionale, accademico e culturale. Questo permetterà a tutti gli studenti selezionati di essere formati riguardo i rapporti italo-francesi e gli obiettivi da raggiungere.

Durante la seconda fase, invece, i partecipanti avranno modo di scegliere un gruppo di lavoro e portare avanti un progetto specifico. Nel merito del progetto “Francia chiama Italia” sarà possibile lavorare al rafforzamento dei gemellaggi tra le città dei due paesi, ed in particolare tra Roma e Parigi. I giovani studenti che lavoreranno a questo progetto avranno l’obiettivo di dar vita ad un Consiglio Romano della Gioventù e di instaurare un dialogo con il già esistente corrispettivo della capitale francese. Il progetto “Cultura 2023”, invece, si pone l’obiettivo di proporre l’accesso gratuito ai musei per tutti i giovani under 26 in Italia, così come in Francia. Il terzo progetto intitolato “Pont D’Arts” si propone di introdurre la figura giuridico-amministrativa francese degli “Intermittents” nella legislazione italiana. Questa figura garantisce agli artisti esordienti un sostegno economico, permettendo loro di vivere della propria arte.

La terza ed ultima fase prevede la redazione di tre dossiers, ciascuno per ogni progetto, da poter proporre al Comitato Scientifico dei Dialoghi Italo-Francesi l’Europa Senior.

Se sei mosso da un forte interesse per la politica e la diplomazia, ma anche semplicemente incuriosito dal tema della cultura, non perdere l’opportunità che ti offre questo bando. Candidarsi è veramente semplice, hai bisogno solo di tre cose: CV, lettera motivazionale ed un certificato di lingua.

Un’occasione per imparare…ma anche un’esperienza in più da mettere sul CV!

#FacceCaso

Di Sara Di Luca

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0