Tempo di lettura: 1 Minuti

Joe Bar celebra i 30 anni di carriera con un tour molto speciale

Joe Bar celebra i 30 anni di carriera con un tour molto speciale

Si chiama “30 Anni Suonati” ed il nuovo tour di Joe Bar che imboccherà ad aprile due speciali varianti, una a Palermo e una a Bologna. Prima di tuf

LefrasiincompiutediElena presenta il secondo album: ecco “La Belle Époque”
Giulia Pratelli torna con il suo nuovo EP: fuori ora “Tutti i Santi”!
FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo album di Beatrice Pucci

Si chiama “30 Anni Suonati” ed il nuovo tour di Joe Bar che imboccherà ad aprile due speciali varianti, una a Palermo e una a Bologna.

Prima di tuffarsi nella ricca stagione estiva che lo attende, il tour che Joe Barbieri sta attualmente dedicando ai propri trent’anni di carriera e che porta per titolo “30 Anni Suonati”, imboccherà ad aprile due speciali varianti, collocate ai due estremi opposti rispetto alla dimensione centrale del quartetto jazz con il quale Barbieri sta attraversando dal vivo il nostro Paese.

L’1 aprile a Palermo al Real Teatro Santa Cecilia ed il 4 aprile a Bologna al Bravo Caffè il musicista napoletano riporterà infatti le proprie canzoni “alle impostazioni di fabbrica” spogliandole fino alla soglia della versione in cui sono state originate, eseguendole per sole chitarra e voce ed accompagnate dal virtuosismo del contrabbassista Daniele Sorrentino. “Amo provare a ricreare quella scintilla che ha dato vita alle mie composizioni” – racconta Barbieri – “ritrovando la spudoratezza della loro nudità, del loro cuore più intimo. Suonarle mentre sono così disarmate mi permette di compiere un viaggio indietro nel tempo fino all’istante dorato in cui le ho scritte e di rincontrare così quel ragazzo che vibrava nel profondo mentre le scriveva, per riscoprire quel ragazzo che in fondo sono ancora”.

Il 20 aprile a Taranto al Teatro Fusco ed il 21 aprile a Molfetta alla Chiesa S.Pio X, invece, il suono rotondo ed adulto della band di Joe Barbieri (composta da Pietro Lussu al pianoforte, Bruno Marcozzi alla batteria e alle percussioni, e Luca Bulgarelli al contrabbasso) incontrerà quello poderoso ed avvolgente dell’Orchestra della Magna Grecia, per l’occasione diretta dal M° Angelo Nigro. E sarà una prima volta assoluta, poiché mai prima d’ora la musica di Barbieri aveva incontrato su di un palco il complemento dell’orchestra. “Più volte ho utilizzato nei miei dischi l’elemento sinfonico,” – spiega ancora Joe – “elemento che sento essere il contrappunto più naturale alla mia voce; e a Taranto e Molfetta questo aprile si avvererà un sogno antico: quello di poter portare questo dialogo speciale che ho già sperimentato in studio, dal vivo per poterlo infine regalare alla mia gente. Mi sto preparando per questi momenti che verranno con grande cura, sperimentando sin d’ora una profonda emozione”.

1/04 Palermo – Real Teatro Santa Cecilia, in duo con Daniele Sorrentino
4/04 Bologna – Bravo Caffè, in duo con Daniele Sorrentino
20/04 Taranto – Teatro Fusco, con Orchestra della Magna Grecia
21/04 Molfetta (BA) – Chiesa S.Pio X, con Orchestra della Magna Grecia

Dettagli e biglietti: CLICCA QUI

Lo scorso 7 ottobre è uscito “Tratto Da Una Notte Vera”, il tredicesimo disco del musicista napoletano – traduzione in forma di live dell’album in studio uscito lo scorso anno dal titolo “Tratto Da Una Storia Vera” – registrato lo scorso anno a dicembre durante un concerto al Teatro Forma di Bari, che contiene, oltre ad una ispirata e rinnovata fotografia del meglio del repertorio di Barbieri anche tre bonus track: due nuove canzoni (la prima dall’eloquente titolo “Retrospettiva Futura” e la seconda che Joe ha scritto per omaggiare i propri fan e che si chiama “Maravilhosa Avventura”) oltre ad una densa rilettura di “Dettagli”, classico a firma di Roberto Carlos e Bruno Lauzi, portato al successo da Ornella Vanoni e che il prossimo anno compirà 50 anni esatti.

“La mia musica non è nulla senza il continuo camminare con il nugolo di folli che si ostinano a cercare qualcosa di loro stessi nelle mie canzoni, con la famiglia di cui sento con orgoglio di fare parte, con la mia gente” – racconta Barbieri – “Negli anni ho condiviso con questi incredibili esseri umani incontri, abbracci, dolori, voci; ogni concerto è stato una celebrazione del riconoscerci nella quale abbiamo provato a spostare sempre un po’ più in là quell’asticella di semplice intimità che condividiamo. E così, per questo ‘anniversario tondo’, ho voluto sia un disco live che fosse una ‘foto di gruppo’ che potesse fermare nel tempo questa nostra complicità, sia un tour davvero speciale che sia anche una festa”.

Chi è Joe Bar

Barbieri ha attualmente all’attivo 6 album di brani originali (“In Parole Povere” 2004, “Maison Maravilha” 2009, “Respiro” 2012, “Cosmonauta Da Appartamento” 2015, “Origami” 2017 e “Tratto Da Una Storia Vera” 2021), oltre a due dischi dal vivo (“Maison Maravilha Viva” del 2010 e il recentissimo “Tratto Da Una Notte Vera” del 2022) e a due album-tributo entrambi dedicati ai suoi numi tutelari nel jazz: ovvero Chet Baker (“Chet Lives!” 2013) e Billie Holiday (“Dear Billie” 2019).
La sua musica (venduta in decine di migliaia di copie) è pubblicata in molti Paesi del mondo, e la sua personale cifra stilistica – che lega la canzone d’autore al jazz e alla musica world – lo ha portato nel corso degli anni ad incrociare collaborazioni con colleghi in ciascuno di questi ambiti (da Omara Portuondo a Pino Daniele, da Stacey Kent a Luz Casal, da Jorge Drexler a Hamilton De Holanda) ed a calcare alcuni tra i palchi più prestigiosi del pianeta.

#FacceCaso

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0