Tempo di lettura: 3 Minuti

Un’arte tutta “da toccare”: Roma sconfigge le barriere delle disabilità sensoriali

Un’arte tutta “da toccare”: Roma sconfigge le barriere delle disabilità sensoriali

MACRO, Galleria d’Arte Moderna, Museo di Roma a Palazzo Braschi e Museo Napoleonico. A partire dal 25 novembre i musei capitolini si preparano ad acco

Il video tutto italiano di Bohemian Rhapsody che ha fatto il giro del mondo! L’intervista a Irene
Ogni muro diventa bosco: è questo il super progetto di IKEA
Arriva “Magnus”: l’arte a portata di iPhone

MACRO, Galleria d’Arte Moderna, Museo di Roma a Palazzo Braschi e Museo Napoleonico. A partire dal 25 novembre i musei capitolini si preparano ad accogliere un’esperienza tutta sensoriale.

Roma sconfigge le barriere delle disabilità sensoriali rendendo l’arte accessibile a tutti. A partire dal 25 novembre sarà infatti possibile presso il MACRO, La Galleria d’Arte Moderna, il Museo di Roma a Palazzo Braschi e il Museo Napoleonico “toccare l’arte” nel vero senso della parola. L’iniziativa “Musei da Toccare” fornirà ai visitatori (gratuitamente e su prenotazione) l’esplorazione tattile di sei opere selezionate dalle collezioni permanenti di ciascun Museo sopra citato. Tra le 24 opere proposte, anche la “portantina Branchi” (Museo di Roma), “Bambina sulla sedia” di Giacomo Manzù (Galleria d’Arte Moderna) “Napoleone durante la battaglia di Wagram” di Joseph Chabord (Museo Napoleonico) e “L’Universo senza bombe, regno dei fiori, sette angeli rossi” di Nicola De Maria (MACRO). L’iniziativa, volta a sensibilizzare il pubblico verso le disabilità, si rivolge soprattutto alla scuola e lo fa attraverso l’organizzazione di laboratori integrati e progetti condivisi con Istituti specializzati.

Le visite tattili si svolgeranno sempre di mercoledì, dalle ore 11.00 alle 13.00. La programmazione sarà in vigore fino alla fine dell’anno 2016. Per le visite tattili è obbligatoria la prenotazione allo 060608.

 

Di Francesca Romana Veriani

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0