Tempo di lettura: 3 Minuti

Hai un’idea per startup? Falla girare!

Hai un’idea per startup? Falla girare!

I dati parlano chiaro: nel nostro Paese solo un ragazzo su cinque si è spinto oltre al passivo utilizzo delle applicazioni nonostante il 40% degli stu

Amare un cane allunga la vita!
Storia di chi ha trapanato l’iPhone 7 alla ricerca del Jack
Pensioni, tra gli under 35 regna indifferenza e ignoranza

I dati parlano chiaro: nel nostro Paese solo un ragazzo su cinque si è spinto oltre al passivo utilizzo delle applicazioni nonostante il 40% degli studenti abbia avuto un’idea di business. Che aspettiamo a darci una mossa?

WhatsApp, Facebook, YouTube, Instagram.. quanti di voi utilizzano queste applicazioni almeno una volta al giorno? Se la risposta è si, tantissime volte, non vi preoccupate, è tutto nella norma. Internet e in particolare modo i social media sono diffusissimi fra gli studenti universitari italiani. Il dato sconcertante è che però, nonostante questo, solo un ragazzo su cinque si è spinto oltre al passivo utilizzo delle applicazioni, e solo uno su quattro possiede delle conoscenze teoriche al riguardo.

I dati parlano chiaro, secondo l’indagine “Il futuro è oggi: sei pronto?” condotto dall’ University2Buisness del Gruppo Digital360, non è l’iniziativa a mancare ai nostri ragazzi.. ma le competenze. Basti pensare che il 40% degli studenti dichiara di aver avuto un’idea di business, ma solo 20 su 100 hanno provato a metterla in pratica.
La consapevolezza che saper sviluppare software è importante per il proprio futuro, appartiene solo a uno studente su tre ed è per questo che il 10% di loro sa già sviluppare e oltre il 20% sta imparando a farlo. Il fascino del mondo delle startup è forte: il 60% dei ragazzi presi a campione su 1,6 milioni di universitari italiani è in grado di dare una corretta definizione del termine, ma ad oggi questo non basta per cambiare le cose. “In un’economia matura come quella italiana i due principali motori della crescita economica, sia livello di Pil sia di occupazioni, sono rappresentati dall’innovazione digitale e dalla nuova imprenditorialità”, dice Andrea Rangone, Ceo di Digital360 “dalla ricerca emerge però come la maggioranza degli studenti universitari italiani oggi si affacci al mondo del lavoro con una scarsa conoscenza della trasformazione digitale in atto nell’economia e con un approccio passivo al mondo digitale”. Insomma, se sei uno studente universitario con un’idea per startup, non restare con le mani in mano.. informati, approfondisci le tue conoscenze e falla girare! #FacceCaso

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0