Tempo di lettura: 2 Minuti

Emergenza topi, poca manutenzione e infiltrazioni d’acqua piovana: Palermo nel caos

La situazione delle scuole comunali del capoluogo siciliano è drammatica: l’ultima a chiudere alcuni locali è stata una scuola elementare, presa d’ass

Sciopero dei docenti universitari: ecco cosa sta succedendo
Studiare migrando : l’e-learning per chi emigra
Università di Agrigento: Il Polo Universitario rischia di chiudere senza il sostegno della Provincia

La situazione delle scuole comunali del capoluogo siciliano è drammatica: l’ultima a chiudere alcuni locali è stata una scuola elementare, presa d’assalto dai roditori.

Riapertura prevista dopo disinfestazione e derattizzazione, i bambini più grandi sono intanto stati trasferiti nell’ala centrale dell’istituto. Così hanno deciso i Nas dopo l’ispezione della scuola, la caccia ai ratti dei custodi e l’intervento dell’Asp – Agenzia Sanitaria Provinciale – di Palermo. Anche il presidente di circoscrizione Silvio Moncada e il consigliere Serena Potenza hanno ispezionato l’istituto, notando tane ed escrementi nel corridoio. E’ probabile che i roditori si siano spostati nel cortile della scuola, e abbiano poi preso possesso dell’intero edificio, a seguito di un’intensa opera di pulizia effettuata nell’asilo nido abbandonato, dietro alla scuola elementare. L’assessore alla scuola, Barbara Evola, ha assicurato che le aule saranno riaperte solamente dopo un accuratissimo accertamento della scomparsa dei topi dalla scuola e dopo averne assicurato le condizioni igieniche.

E mentre in viale Regione Siciliana si chiudevano le aule infette, a Ciaculli la scuola Bixio chiudeva a causa delle infiltrazioni di acqua piovana e i suoi alunni venivano spostati a fare lezione in una casa popolare. Antonio Tomaselli, presidente della seconda circoscrizione, ha dichiarato che il problema delle infiltrazioni era già stato affrontato e che insieme ai genitori, si era chiesto un intervento al Comune, il quale ha ribattuto dichiarando problemi di liquidità. Infiltrazioni anche per la scuola primaria Tommaso di Natale, dove il problema va avanti dall’estate scorsa. Palestra inutilizzabile, invece, per il liceo classico Garibaldi. “Avevano garantito l’avvio dei lavori per rimettere a nuovo la palestra, inagibile da sei anni, entro la fine di gennaio — dicono gli studenti — ma stiamo ancora aspettando”. L’asilo Aquilone dell’ottava circoscrizione è chiuso da due anni per la mancanza degli interventi di manutenzione straordinaria, quello Rallo, non dispone di mobilia e collaudi per ospitare i bambini e da settembre, non sarà inserito più nelle liste delle scuole comunali. Rimane il Jerry, che però tra due anni sarà costretto a chiudere, per modifiche di adeguamento.

Di Silvia Noli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0