Tempo di lettura: 1 Minuti

La storia di Matteo fa il giro del web: la parola “petaloso” al secondo posto dei TT

Il piccolo Matteo inventa un nuovo aggettivo per descrivere un fiore e l'hashtag #petaloso diventa virale. Se negli ultimi giorni girando sul web, vi

San Valentino 2.0? No grazie
Roma, la nuova capitale dei tulipani
Fiori da mangiare: lo studio dell’Università di Pisa

Il piccolo Matteo inventa un nuovo aggettivo per descrivere un fiore e l’hashtag #petaloso diventa virale.

Se negli ultimi giorni girando sul web, vi è capitato di imbattervi nella parola “petaloso” niente paura.. non si tratta di un errore di ortografia, ma dell’idea geniale del piccolo Matteo, un bimbo di terza elementare che ha utilizzato questa parola per descrivere un fiore. La sua maestra Margherita Aurora, incuriosita e divertita dall’aggettivo, ha deciso di inviare il nuovo lemma all’Accademia della Crusca per una valutazione che con la grande sorpresa di tutti è arrivata, precisa ed esauriente.

“Caro Matteo – scrive Maria Cristina Torchia, della redazione Consulenza linguistica della Crusca – la parola che hai inventato è una parola ben formata e potrebbe essere usata in italiano come sono usate parole formate nello stesso modo” come ad esempio peloso (pelo + oso) oppure coraggioso (coraggio + oso). “La tua parola è bella e chiara”, prosegue la lettera, “bisogna che la parola nuova non sia conosciuta e usata solo da chi l’ha inventata, ma che la usino tante persone e tante persone la capiscano. Se riuscirai a diffondere la tua parola fra tante persone e tante persone in Italia cominceranno a scrivere e dire “Com’è petaloso questo fiore!” o come suggerisci tu “Le margherite sono fiori petalosi, mentre i papaveri non sono molto petalosi”, ecco, allora petaloso sarà diventata una parola dell’italiano, perché gli italiani la conoscono e la usano”.

Solo la spontaneità di un bambino avrebbe potuto dare vita ad una parola semplice come “petaloso”. Una storia bella e una parola nuova, come scrive Matteo Renzi in un tweet a sostegno del piccolo Matteo. Il Presidente del Consiglio, non è stato l’unico ad utilizzare l’hashtag #petaloso su Twitter, tanto da detenere attualmente il secondo posto dei TT più utilizzati degli ultimi giorni.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0