Tempo di lettura: 2 Minuti

Uniti all’Università di Catanzaro per il sorriso dei bambini

Futuro e buona vita per i bimbi affetti da patologie al viso. Il diritto alla salute è il diritto più importante di tutti, probabilmente. Soprattutto

Mamma a lezione, bimbo al KidSpace
Co-Vida, la piattaforma che raccoglie tutte le iniziative gratuite per la quarantena
Il Natale continua ad allontanarsi dalle Scuole: a Parma niente recita

Futuro e buona vita per i bimbi affetti da patologie al viso.

Il diritto alla salute è il diritto più importante di tutti, probabilmente. Soprattutto se stiamo parlando di bambini. Questo devono averlo ben capito a Catanzaro, dove l’Università Magna Graecia e l’ong “Emergenza Sorrisi” si sono alleate nell’iniziativa “Ridare speranza ai confini del mondo”. Il progetto di solidarietà, portato avanti dalle due società in completa comunione, è quello di curare chirurgicamente i bambini affetti da questa malformazione, spesso genetica, per potergli permettere di ridere, mangiare e comunicare come qualsiasi altro bambino.

Secondo Wikipedia “la palatoschisi è una malformazione del palato, che si presenta come una fenditura più o meno estesa della parte anteriore del palato duro. Qualora la fenditura prosegua coinvolgendo anche il labbro superiore (cheiloschisi) si parla di cheilognatopalatoschisi o labiopalatoschisi”.

Pensate che l’ “Emergenza Sorrisi ha operato in 5 anni 3548 bambini affetti da malformazioni del volto, ustioni, traumi di guerra e altre patologie invalidanti” come si legge sul loro sito, e consta di “369 medici e infermieri volontari impegnati in numerose missioni chirurgiche in più di 20 paesi del mondo, nel corso delle quali sono stati inoltre realizzati corsi di formazione e aggiornamento, di cui hanno beneficiato 565 professionisti dei paesi visitati”.

Insomma, grande unione di intenti per dare un futuro a chi l’avrebbe, ma senza sorriso.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 1