Tempo di lettura: 3 Minuti

Alternanza scuola-lavoro in Veneto: i buoni propositi non mancano

Alternanza scuola-lavoro in Veneto: i buoni propositi non mancano

Tra i primi compiti del tavolo istituzionale c’è la costruzione dell’Osservatorio regionale. Basterà a far decollare l’alternanza scuola-lavoro? Regio

Alternanza scuola-lavoro: firmato un protocollo tra il mondo dell’impresa parmense e il Provveditorato
Gli istituti professionali che cambiano
In arrivo le scuole dei balocchi

Tra i primi compiti del tavolo istituzionale c’è la costruzione dell’Osservatorio regionale. Basterà a far decollare l’alternanza scuola-lavoro?

Regione Veneto, Ufficio scolastico regionale, associazioni di categoria e sindacati per la prima volta insieme con un intento comune: quello di far decollare l’alternanza scuola-lavoro.
Tra i primi compiti del tavolo istituzionale c’è la costruzione dell’Osservatorio regionale per l’alternanza che avrà il compito di verificare i percorsi, sensibilizzare le scuole e soprattutto valutarne l’applicazione e i risultati.

L’obiettivo è certamente quello di supportare le scuole nell’individuare le aziende e le strutture ospitanti e di pianificare la distribuzione degli studenti.

Il coordinamento stabilirà inoltre le forme di riconoscimento degli apprendimenti acquisiti, amplierà il numero delle aziende disposte a collaborare con gli studenti, diffonderà le migliori soluzioni didattiche sperimentate nei territori. I buoni propositi ci sono… basteranno a far decollare l’alternanza scuola-lavoro in Veneto? Staremo a vedere #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0