Tempo di lettura: 1 Minuti

In Inghilterra licenziata docente troppo “noiosa”!

In Inghilterra licenziata docente troppo “noiosa”!

Dopo le lamentele di genitori e alunni, Gillian Scott è stata sospesa del General Teaching Council. Il motivo? Incapacità di insegnare. Vi ricordate J

L’Olanda lancia il mindfulness, il bullismo si combatte col buddhismo?
In America hanno creato il primo embrione pecora-uomo
Management & Computer Science : il nuovo corso di laurea della Luiss

Dopo le lamentele di genitori e alunni, Gillian Scott è stata sospesa del General Teaching Council. Il motivo? Incapacità di insegnare.

Vi ricordate John Keating, mitico professore interpretato da Robin Williams ne “L’attimo fuggente”?
Ecco, in questa circostanza parlare di professori è commentare l’opposto del celebre <<capitano mio capitano>>.

La location non varia, ossia Regno Unito, ma dobbiamo andare più a nord, nella contea scozzese del Pertshire, dove Gillian Scott lavorava fino a due anni fa nella scuola media Breadalbane Academy di Aberfeldy. Lavorava, perché da allora era stata sospesa in attesa di giudizio dall’Ordine degli insegnati scozzese. Se vi state chiedendo il perché, non sarebbe così scontato dare una risposta, visto che la radiazione dall’Ordine, avvenuta pochi giorni fa, è motivata dall’inettitudine dell’insegnante stessa.

Nessuno scandalo particolare, semplicemente, visto le numerose lamentele di studenti e genitori succedutisi nelle sue classi, la trentatreenne è stata messa sotto esame da una commissione. La valutazione, neanche a dirlo, pessima: ripeteva ogni giorno sempre lo stesso tipo di lezione, leggendo brani di romanzi ai ragazzi per diverse ore e non permettendo loro di fare domande. Per non farsi mancare nulla, non sarebbe stata in grado neanche di garantire l’ordine e il silenzio in aula. Lo scorso 23 maggio il suo operato è stato definito «completamente fuori controllo» e con studenti più volte visti mentre «si lanciavano oggetti e si gettavano contro persino delle sedie».
E non si dica che è sempre colpa dei ragazzi!

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0