Tempo di lettura: 2 Minuti

Bologna: a scuola crolla il numero dei bocciati

Dati positivi che fanno pensare ad un cambiamento. Che sia la strada giusta verso una scuola migliore? #FacceCaso. A Bologna si riduce drasticamente i

Sei indeciso sul tuo futuro? La parola chiave è orientamento
La faccia giusta: la prossima star potresti essere tu!
L’ ex dirigente Facebook che ha fatto mea culpa

Dati positivi che fanno pensare ad un cambiamento. Che sia la strada giusta verso una scuola migliore? #FacceCaso.

A Bologna si riduce drasticamente il numero di bocciati. Al professionale Aldrovandi Rubbiani si passa dal 25% al 19,5%. Per quanto riguarda i licei, il Fermi (scientifico) riduce il numero dei bocciati e dei rimandati, rispettivamente del 4% e del 24%. “Il trend è molto contenuto. I nostri programmi di prevenzione e protezione sono efficaci e apprezzati da tutti” osserva il preside del Fermi Maurizio Lazzarini. La Preside del Righi, Patrizia Calanchi Monti commenta guardando i numeri “Molto positivi soprattutto nelle prime perché c’è stata anche una notevole diminuzione degli abbandoni in corso d’anno”, dal 10% al 2%. Diverse le dinamiche del Copernico dove il vicepreside David Pardo osserva: “Abbiamo ancora un’alta percentuale di bocciati nel biennio che si attenua nel triennio. In prima, a volte, i genitori disattendono le indicazioni delle scuole medie”. Meno bocciati anche al classico: “Con l’organico potenziato abbiamo offerto lo studio assistito in matematica, inglese, latino e greco” ricorda il preside del Galvani e Minghetti. Dati positivi che fanno pensare ad un cambiamento. Che a Bologna abbiano intrapreso la strada giusta per una scuola migliore? #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 1