Tempo di lettura: 1 Minuti

Imparare l’Italiano grazie alla cucina siciliana

A Palermo insegnano l'Italiano tramite il ragù e i cannoli. Imparare la lingua italiana non è mai stato così semplice e gustoso. Anche quest’anno, inf

Dalla Cina con furore… per comprare professori Italiani
Cina, l’ISIS entra all’università
Streaming > Tv, la Cina lo dimostra

A Palermo insegnano l’Italiano tramite il ragù e i cannoli.

Imparare la lingua italiana non è mai stato così semplice e gustoso. Anche quest’anno, infatti, l’Università di Palermo, ateneo del celebre capoluogo siciliano, ha istituito la Summer Class di “Italiano & Cucina”.

In pratica, studenti stranieri, per lo più cinesi, potranno imparare la nostra difficilissima lingua attraverso lo “studio” e la degustazione di piatti siciliani:

pasta alla norma, panino con la “meuza”, pesce spada, cannoli e cassata saranno insomma gli esami che gli studenti dovranno preparare per superare il corso. Un sfida impossibile eh?

Accanto alle lezioni di cucina pratica, ci saranno inoltre lezioni incentrate sulla storia gastronomica palermitana, storia ricca e rappresentante miscugli di infinite razze, succedutesi qui nel corso dei secoli. Arabi, normanni, spagnoli, francesi solo per citarne alcuni. Ad imparare l’Italiano e l’italianità saranno studenti che vengono da tutto il mondo, compresi quelli provenienti dalla Sichuan International Studies University (SISU) di Chongqing, in Cina, che già da anni collabora con l’ateneo di Palermo.

C’è solo un’unica pecca a rovinare tutto, ossia che noi già parliamo l’Italiano. Ma si può sempre disimparare.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0