Tempo di lettura: 2 Minuti

Distrutta una scuola nel barese: è caccia al vandalo

Il plesso Cirielli, appena rimodernato, è stato vittima di un attacco di vandalismo. Tutto danneggiato ma l'assessore dichiara: "Realizzeremo una scuo

Scuola: sono i prof a non volere i tamponi o i medici a non farli?
Calo iscrizioni a scuola, spariscono quasi 2000 classi
La scuola riaprirà davvero? Verrà misurata la febbre i ragazzi? I pensieri del Ministro Azzolina

Il plesso Cirielli, appena rimodernato, è stato vittima di un attacco di vandalismo. Tutto danneggiato ma l’assessore dichiara: “Realizzeremo una scuola più bella“.

In questa scuola avevamo da poco terminato importanti lavori di manutenzione realizzati con fondi del Comune e del Governo. La scuola, grazie a questi interventi, è diventata un modello” sono le parole dell’assessore all’istruzione di Bari, Paola Romano, in merito allo spiacevole evento accaduto nel plesso del quartiere San Paolo in via Molise. Alcuni vandali, infatti, si sono introdotti nella scuola forzando una finestra, nel cuore della notte, provocando distruzione in ogni dove.

A dare l’allarme è stata una signora di Bari che, vedendo le luci accese in un plesso scolastico chiuso nei mesi estivi, si è insospettita e ha chiamato le forze dell’ordine. Il brutto spettacolo che gli agenti si sono trovati davanti è stato motivo di grande sconforto per tutti poiché la scuola Cirielli era stata da poco rimessa a nuovo grazie all’aiuto di molti genitori e degli stessi ragazzi che la frequentano. I vandali non si sono fermati davanti a nulla rompendo banchi, porte, finestre, quadri, vasi di piante e qualsiasi altra cosa si trovasse di fronte al loro passaggio.

Ha continuato l’assessore Romano: “I vandali non riusciranno a demotivarci. Da lunedì saremo al lavoro per rimettere tutto in ordine, insieme ai ragazzi, perché la scuola è patrimonio di tutti i cittadini che hanno a cuore il futuro di questa città“. Inoltre, si attendono i risultati dei rilievi condotti dalla scientifica per cercare impronte e tracce riconducibili ai colpevoli. I vandali hanno lasciato non poche prove del loro passaggio e contro di loro ci sono anche le registrazioni delle videocamere di sorveglianza della zona che, fortunatamente, sono attive tutto il giorno.

Di Giulia Pezzullo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0