Tempo di lettura: 1 Minuti

A scuola con… gli Zero Assoluto!

A scuola con… gli Zero Assoluto!

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuova rubrica. Oggi tocca a Matteo e Thomas, gli Zero Assoluto. Vi siete mai

Diploma in 4 anni: dall’anno scolastico 2018/2019 al via la sperimentazione

RoboCup: l’istituto Giorgi salta la finale mondiale per mancanza di fondi
Ieri è arrivato l’Iphone X

Che scuola hanno frequentato i VIP italiani? Ve lo diciamo noi in questa nuova rubrica. Oggi tocca a Matteo e Thomas, gli Zero Assoluto.

Vi siete mai chiesti quale scuola avessero frequentato da adolescenti personaggi come Salvini, PIF o Salmo? Noi sì. E visto il successo della nostra rubrica sugli sportivi, abbiamo deciso di allargare il campo, includendo nella nostra indagine attori, musicisti, politici e chi più ne ha più ne metta.

Oggi tocca a due artisti romani che a quattro anni di distanza dall’uscita del loro ultimo album, sono tornati ad infiammare la scena musicale italiana con “Fuori Noi” (prodotto insieme a Gazzelle), un brano che rappresenta un po’ il simbolo della loro rinascita artistica, la rinascita degli Zero Assoluto.

D’altro canto la scuola è stata semplicemente fondamentale nella storia di questo duo musicale, dato che Matteo Maffucci e Thomas De Gasperi si sono conosciuti nel 1982, quando erano poco più che adolescenti, in una scuola superiore del quartiere Trieste. Un liceo classico ad essere precisi, uno dei più celebri della Capitale per giunta, il Ginnasio Statale “Giulio Cesare” (Corso Trieste 48).

È da lì che è iniziata la loro carriera ed è lì che entrambi si sono diplomati, riuscendo nel frattempo anche a portare avanti la loro passione. D’altro canto gli Zero Assoluto hanno sempre dimostrato di saper far tutto, tanto nella musica (dove nel corso degli anni hanno spaziato dal rap al pop), quanto nella vita di tutti i giorni.

Ma più di tutto hanno dimostrato di possedere uno spirito d’adattamento fuori dal comune, tramite il quale sono riusciti a rimanere costantemente al passo coi tempi, ad interpretare i bisogni e i pensieri in continua evoluzione di giovani e non solo e ad offrire loro una musica che potesse descriverne in tempo reale gusti e passioni.

E poco importa se spesso non hanno ricevuto l’attenzione che meritavano o se nell’ultimo decennio non sono stati apprezzati quanto avrebbero voluto. Matteo e Thomas non si sono mai dati per vinti, si sono rimboccati le maniche e dopo alcuni anni di “riflessione”, sono tornati per dimostrare a tutti che il loro non è solo un nome, è anche la probabilità che possano mollare: Zero Assoluto!

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0