Tempo di lettura: 3 Minuti

No grazie, non fa ridere

Quando tiri troppo la corda si spezza. Charlie Hebdo ironizza sulla strage del 24 agosto e l’Italia si indigna. #FacceCaso. 

Charlie Hebdo per l’enne

Ti interessa la politica internazionale? Il Festival di Internazionale è un evento da non perdere!
Università della vita, realtà vs immaginazione?
Lo spot di Samsung contro Apple è esilarante

Quando tiri troppo la corda si spezza. Charlie Hebdo ironizza sulla strage del 24 agosto e l’Italia si indigna. #FacceCaso.



Charlie Hebdo per l’ennesima volta ha esagerato. La vignetta che appare sull’ultima pagina del numero uscito il 31 agosto non è piaciuta praticamente a nessuno e come al solito ha suscitato un’ondata di polemiche ed indignazione da parte del mondo social (come minimo, aggiungerei).

 “Sisma all’italiana” è il raccapricciante titolo che campeggia su sangue come sugo di pomodoro e morti sepolti dalle macerie come tanti strati di lasagna.

La Vignette sul terremoto in Italia pubblicata da Charlie Hebdo  "Terremoto all'italiana: penne al sugo di pomodoro, penne gratinate, lasagne". L'ultima, ("lasagne"), presenta diverse persone sepolte da strati di pasta. ANSA+++ EDITORIAL USE ONLY NO SALES NO ARCHIVE+++

Un ferito insanguinato con la didascalia “Penne al pomodoro”, un’altra con quella “Penne gratinate”, i corpi sepolti dalle macerie con la scritta “Lasagne”: il disegno, firmato da Felix, vorrebbe rappresentare in chiave ironica il dramma che ha messo in ginocchio il centro Italia lo scorso 24 agosto, non tenendo conto dei quasi 300 morti, dei paesi rasi al suolo e dei migliaia di sfollati. 

Dopo questa, non stupirebbe affatto se nessuno promuovesse più lo slogan “Je Suis Charlie” nato per solidarietà dopo gli attentati che hanno colpito il giornale nel gennaio 2015. #FacceCaso.



Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0