Tempo di lettura: 2 Minuti

ProPublica svela il segreto degli algoritmi

ProPublica svela il segreto degli algoritmi

Un’estensione per Chrome accessibile a chiunque per scoprire cosa sa su di noi Facebook. Non stupisce affatto che la Silicon Valley si tenga ben stret

Tik Tok si ritira da Hong Kong. I pro e i contro di questa scelta
La Cattolica crea un’intesa per la finanza
Essere bravi a scuola? Sì ma non prima delle 8.30

Un’estensione per Chrome accessibile a chiunque per scoprire cosa sa su di noi Facebook.

Non stupisce affatto che la Silicon Valley si tenga ben stretti tutti i segreti che ruotano intorno agli algoritmi, ad oggi uno degli snodi cruciali per comprendere gli andamenti del web. Celati come un gioiello prezioso all’interno di una cassaforte, è estremamente difficile averne accesso e comprenderne i misteri più profondi.. o quasi.

La testata investigativa americana ProPublica, grazie al progetto Breaking the Black Box, si propone l’obiettivo di mettere sotto la lente di ingrandimento proprio gli algoritmi e il modo in cui si trovino alla base dell’economia delle grandi piattaforme.

La prima parte del progetto che sarà diviso in capitoli (la prossima uscita è prevista per il 5 ottobre), introduce il tema partendo da

quanta informazione detiene Facebook sul nostro conto e come la utilizza per catalogare gli utenti della sua piattaforma.

So già cosa state pensando.. il tema della privacy è sentito e risentito, ma la novità introdotta da ProPublica sta nell’aver messo a disposizione dei suoi lettori un’estensione per Chrome, What Facebook Thinks You Like, che traccia quanto il social network conosce su chiunque utilizzi l’add-on.

Il bello è che non si tratta solo di privacy: in ballo ci sono molte altre questioni: censura, diffusione delle informazioni online, creazione dell’opinione pubblica e molto altro ancora.

Fare maggiore chiarezza sugli algoritmi e pretendere trasparenza mediatica in merito a questo argomento dovrebbe essere l’irrinunciabile compito del giornalismo moderno. Ammirevole che ProPublica si sia posta l’obiettivo affrontare un tema astratto e complesso come questo. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0