Tempo di lettura: 2 Minuti

La new entry palermitana: Scienze tecniche e agroalimentari

La new entry palermitana: Scienze tecniche e agroalimentari

L’Università di Palermo si apre a nuove facoltà: parte il corso di Scienze tecniche e agroalimentari Arriva finalmente a Palermo, un corso interamente

Monza: atti vandalici e furti alimentari a scuola
Poi mi ha detto che non gli piaceva la carbonara…
A pranzo con i Nas

L’Università di Palermo si apre a nuove facoltà: parte il corso di Scienze tecniche e agroalimentari

Arriva finalmente a Palermo, un corso interamente dedicato alle Scienze tecniche e agroalimentari. Artefice della sua creazione il prorettore che personalmente si è occupato di contattare 61 aziende siciliane per capire fino in fondo quali a cosa avrebbe dovuto puntare il nuovo percorso di laurea.

“Prima di avviare un nuovo corso di laurea, era necessario capire cosa occorre alle imprese, qual figure professionali cerchino e con quali competenze”.

È stata proprio questa premura, questa dedizione e questo impegno che hanno dato luce a quello che fino a due anni fa sembrava un progetto impossibile.

“Da oggi nasce un corso di laurea che, a differenza del passato, non è pensato per i professori. È creato a misura di studente, dopo aver valutato le necessità del mercato del lavoro, soprattutto locale, e dopo aver creato un percorso di studi che possa far trovare un’occupazione nel suo territorio. Un corso di laura che punta a bloccare l’emigrazione dei giovani e allo sviluppo delle risorse locali”.

Definito così dal rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari, con il sostegno del professor Paolo Inglese, la nuova facoltà di Scienze e tecniche agroalimentari sembra pronta a prendere il volo. Si è già tenuta, infatti, la prima lezione nel mercato San Lorenzo, tenuta da Riccardo Damiano, in cui vi è stato modo di entrare già nel vivo del corso e di presentare anche i numerosi progetti d collaborazione fra le varie aziende coinvolte, insegnati e studenti.

Sbarca ufficialmente nel mondo universitario una nuova facoltà in grado di formare figure professionali adatte a campi come quelli della produzione, trasformazione, distribuzione e conservazione dei prodotti alimentari, dell’analisi e della certificazione degli alimenti, degli acquisti delle materie prime e numerosi altri settori inerenti a quest’ambito.

Di Laura Messedaglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0