Tempo di lettura: 2 Minuti

Ma dietro a un libro cosa c’è? Parliamo di “Genius”

L'alleanza tra editor e scrittore è la tematica protagonista del film "Genius", al suo debutto nelle sale italiane. Regia dell'inglese Michael Grandag

Elsevier contro SciHub, cosa c’è dietro?
Social World War: Google e Twitter preparano l’alleanza contro Facebook
Quibee: l’app tutta italiana che potrebbe cambiare per sempre il mondo dell’editoria

L’alleanza tra editor e scrittore è la tematica protagonista del film “Genius”, al suo debutto nelle sale italiane. Regia dell’inglese Michael Grandage. Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

Dal 9 Novembre è al cinema la biografia di uno dei più influenti curatori editoriali di sempre, padre di eccellenze come Fitzgerald, Hemingway e Wolfe stesso. Editor a cui il 2 Gennaio del 1929 alla Scribner’s Sons venne presentata un’opera di oltre mille pagine da un giovane insolito. Ma, come riuscire a fare di uno scritto così prolifico un capolavoro letterario?

Beh, con la sola ma più sincera fiducia. Affidarsi al proprio editor, completamente. Questo è il concetto ripreso dal noto autore Alessandro Baricco in un incontro organizzato alla scuola Holden di Torino, proprio il giorno d’uscita del film. Un dibattito che ripercorre le “alleanze” più efficaci della storia, moderato dall’agente letterario Rosaria Carpinelli e dallo stesso professore della scuola di scrittura Baricco. Lui, con le sue parole, non lascia più dubbi: “Il rapporto che uno scrittore ha con il proprio editor è uno dei rapporti più importanti che ha nella sua vita”. È un “compagno di viaggio”, lo definisce così. “Un editore può inventare un autore”.

E no, non ci sono più dubbi. Dietro a un grande libro, c’è un grande editore.

Di Martina Bossù

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0