Tempo di lettura: 1 Minuti

Insegnare ai giovani sierraleonesi a coltivare. La piccola facoltà di Agraria di Makeni

Dalla ultratecnologica Milano alle campagne della Sierra Leone, il nuovo progetto della Statale. Insegnare a coltivare e a sfruttare il proprio territ

Si sblocca finalmente la situazione in Sicilia per i tirocini promessi dal Bando Corsello
Università di Parma, iscrizioni al via
Festa di Halloween alternativa : house party in stile Tarantino

Dalla ultratecnologica Milano alle campagne della Sierra Leone, il nuovo progetto della Statale.

Insegnare a coltivare e a sfruttare il proprio territorio. Questi sono gli obiettivi dei professori universitari della facoltà di agraria della Statale di Milano che tengono i loro corsi in Sierra Leone.
Aperta nel 2012 e dopo una piccola interruzione, causa ebola, questa “succursale” forma i giovani sierraleonesi. Dopo quattro anni stanno per uscire i primi 17 laureati.

Si perché gli iscritti alla facoltà sono più o meno 50 e più di 960 sono le ore di lezione, laboratorio e lavoro sul campo che hanno caratterizzato i primi anni di corso, che molto probabilmente saranno prolungati per permettere ad uno dei paesi più poveri del mondo di iniziare a crescere.

I problemi ovviamente rimangono, la connessione internet è saltuaria, così come i laboratori sono minimi e le attrezzature anche; ma rimane la grande voglia di fare dei professori e soprattutto degli studenti.

Cercare di adattare la Sierra Leone agli standard europei è un altro degli obiettivi di questo corso e speriamo che con questo grande lavoro ci si possa riuscire.

Perciò un grande in bocca al lupo ai nostri colleghi!

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0