Tempo di lettura: 3 Minuti

#Richparentsofinstagram: i papà milionari che spopolano sui Social

#Richparentsofinstagram: i papà milionari che spopolano sui Social

Prima i rampolli delle famiglie più ricche del mondo,adesso i genitori stessi. Sempre più seguito l’hashtag che mostra la quotidianità di chi macina m

Liceo Scientifico Mancini di Avellino pericolante
Il 110 e la lode scomparsa!
Quando neanche la malattia può fermare la voglia di istruzione: ecco la scuola per bambini ricoverati

Prima i rampolli delle famiglie più ricche del mondo,adesso i genitori stessi. Sempre più seguito l’hashtag che mostra la quotidianità di chi macina milioni ogni giorno. Tra auto di lusso,belle donne e jet privati, la vita da sogni di padri e figli a sei zeri

È considerato da tutti il lato più megalomane e trash dei social network, l’ostentazione di una ricchezza che le masse possono ammirare solo attraverso le foto di chi la vive. Sto parlando ovviamente dei profili Instagram dei miliardari; o meglio, la tendenza a sfoggiare tutto quello che potevano fare è partita attraverso i figli di queste famiglie “benestanti” (per non dire con i soldi da bruciare). Sono diventati i protagonisti del più popolare network di foto: ragazzi con le chiavi delle più belle e costose auto al mondo, alle feste più esclusive con fiumi di champagne, le signorine invece immerse nello shopping esclusivo e costoso,oppure in movimento col jet privato. Insomma, tutto ciò che di più bello potrebbe regalare un infinito conto in banca, il tutto sbattuto in faccia ai “poveri”, ossia i comuni mortali come noi. È bastato un hashtag, #richkidsofinstagram, e all’improvviso si è potuta ammirare la vita alla “Wolf of Wall Street” di giovani di ogni angolo del globo.

null

L’opinione pubblica si è divisa, tra chi li difende e chi li accusa, ma tutti partecipano sotto un comune denominatore: follow rich people, ossia osserva ogni giorno che combinano e cosa postano. In fin dei conti una vita così la sogniamo tutti, è innegabile, “beati loro che se lo possono permettere!” sarebbe da dire.

Ma del resto sappiamo che neanche mezzo centesimo è frutto del loro lavoro. E chi c’è dietro tutto questo luccicante splendore? Ovviamente i meno giovani e social padri, quelli che portano a casa la “pagnotta”. Probabilmente si devono essere posti una domanda pure loro: “ Perché lasciare soli i nostri piccoli pargoli in pasto ai media? Perché si devono prendere loro tutta la scena?”. E allora ecco l’ultimissima moda,l’hashtag più esclusivo di tutti, il trash nel trash: #richparentsofinsta.
Tranquilli, il contenuto è pressoché lo stesso, solo che a prevalere sullo champagne e le feste sono l’eleganza, le banconote e i jet personali. Emblematica la foto del papà che mostra la figlia mentre fa shopping (mica Zara o H&M sia chiaro).

Siete pronti a diventare loro followers? La loro vanità è già in bella mostra, noi ve ne proponiamo un assaggio. Non saremo così ricchi, ma preferiamo il nostro hashtag: #Faccecaso!

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0