Tempo di lettura: 1 Minuti

Freno alla crescita del lavoro: 37,5% dei giovani senza

Freno alla crescita del lavoro: 37,5% dei giovani senza

Rapporto dell’Istat sul terzo trimestre 2016 evidenzia un calo di occupati, il primo dopo 15 mesi. E tra i giovani i dati non sono incoraggianti… Pegg

Agenda 2030: puntiamo tutto sui giovani!
Pagati per fare… nulla: borse di studio particolari all’università di Amburgo
Un messaggio per il primo giorno di Scuola

Rapporto dell’Istat sul terzo trimestre 2016 evidenzia un calo di occupati, il primo dopo 15 mesi. E tra i giovani i dati non sono incoraggianti…

Peggio del trimestre precedente, seppur di poco. È questo il risultato più evidente fotografato dai calcoli Istat sul terzo trimestre 2016, riguardante il mondo del lavoro;

  • la disoccupazione è stabile all’11,6% per il quinto periodo consecutivo, ma gli occupati scendono di 14mila unità sul trimestre precedente.
  • a preoccupare maggiormente sono però i dati sui giovani tra 15 e 24, che si attesta al 37,5%, in aumento rispetto al precedente del 36,8%.

Paradossalmente l’opposto degli over 50, dove la crescita di contributi e requisiti pensionistici ha spinto ad aumentarne i lavoratori. Quindi tra dipendenti a tempo indeterminato sempre meno numerosi, crescita di quelli a termine bassa e salita della disoccupazione giovanile, il quadro sul mondo del lavoro appare di nuovo sconfortante per l’Italia.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0