Tempo di lettura: 2 Minuti

Scuola: a Valle Mosso nasce il liceo economico sociale

Una scuola che punta a proporre un percorso culturale e professionale a vocazione internazionale. #FacceCaso. Approfondire tematiche legate all’econom

App: Google e Apple comandano sempre di più
Maltempo, dramma a Napoli Fuorigrotta per la morte di uno studente
TARDIS porta in alto la Sapienza; INTERVISTA ESCLUSIVA ad uno studente

Una scuola che punta a proporre un percorso culturale e professionale a vocazione internazionale. #FacceCaso.

Approfondire tematiche legate all’economia, al diritto e alle scienze umane? Da oggi si può anche a Valle Mosso, dove nasce il liceo economico sociale, una scuola che punta a proporre un percorso culturale e professionale a vocazione internazionale. La dirigente scolastica Tiziana Tamburelli ha annunciato soddisfatta: “Quest’anno grazie alla ‘Buona Scuola’, che ha suddiviso la provincia in due ambiti territoriali e al presidente Emanuele Ramela Pralungo, il cui appoggio è stato fondamentale, si è riusciti a concretizzare questa bella opportunità per il territorio del biellese orientale”.

Essendo le discipline economiche trasversali a tutte le realtà, il percorso formativo preparerà gli allievi allo scopo di fornirgli gli strumenti adatti per affrontare l’università ed occupare posizioni di rilievo caratterizzate da ampi poteri decisionali, senza comunque escludere l’entrata nel mondo del lavoro al termine dei cinque anni.
“Il Les è stato definito il liceo della contemporaneità perché fa entrare il mondo nelle scuole. Io che ho una formazione economica ritengo che non sia possibile che i nostri ragazzi si diplomino senza conoscere i linguaggi necessari per leggere e interpretare i fenomeni economici e sociali come Pil, bilancia dei pagamenti, spread, debito pubblico, Bce, Maastricht, avanzo e disavanzo commerciale, mercati e strumenti finanziari” prosegue Tamburelli ottimista.

“Si spera che un domani questi allievi, dopo aver completato gli studi universitari, tornino nel nostro territorio per contribuire al suo sviluppo economico e sociale, grazie anche ai percorsi di alternanza scuola. lavoro che progetteremo in collaborazione con le aziende e le istituzioni biellesi. Ora si spera solo di avere un numero di iscritti tale che consenta di formare la classe prima”. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0