Tempo di lettura: 1 Minuti

Ecco il libro che spiega l’amore delle ragazze per la matematica

Ecco il libro che spiega l’amore delle ragazze per la matematica

Una bella storia d'amore, o meglio cento, fra donne e materie scientifiche. Marzo è il mese della STEM. STEM è un acronimo inglese che racchiude al

L’Università di Verona si scaglia contro il Congresso Mondiale della Famiglia
Beauty and the Beach, il nuovo programma sul turismo sanitario (e sui ritocchini!)
C’è un problema: ci sono troppe insegnanti e troppi pochi insegnanti

Una bella storia d’amore, o meglio cento, fra donne e materie scientifiche.

Marzo è il mese della STEM.

STEM è un acronimo inglese che racchiude al suo interno quattro discipline scientifiche: Science, Technologie, Engineering, Mathematics. Marzo, come sappiamo da sempre, è anche il mese dedicato alle donne in quanto l’8 marzo le si festeggia, dunque non c’è mese migliore per presentare un E-book che parla di donne e di STEM.

Il 6 marzo infatti verrà presentato a Milano l’Ebook “Le ragazze con il pallino della matematica” scritto da Chiara Burberi e Luisa Pronzato. Questo libro è una raccolta di 100 interviste, 100 storie di 100 donne differenti che amano ed hanno amato queste materie scientifiche. Sono storie di donne che vanno contro quel luogo comune che fa pensare che queste discipline siano più adeguate ad un uomo.
Sono un po’ tutte delle storie d’amore, alcune a prima vista, altre hanno dovuto attendere un po’ affinché quella passione per la logica sbocciasse. Sono storie di chi è andata anche contro il volere dei propri genitori per realizzare le proprie aspirazioni ed ambizioni.

  • La Pronzato, una delle due autrici, è una giornalista presso il Corriere della Sera,
  • mentre la Burberi è stata insegnante alla Bocconi, per poi diventare una manager di banca e passare oggi ad essere una delle dirigenti di una piattaforma multimediale didattica dedicata proprio alle STEM, con lo scopo di rendere l’apprendimento migliore e più creativo.

L’introduzione a questo libro è scritta da Nicola Palmarini, un professionista nel mondo della comunicazione, mentre la prefazione è redatta dalla ministra dell’istruzione Valeria Fedeli, la quale si dice molto grata a queste due donne per aver narrato le storie di tante che hanno dimostrato che quelle scientifiche sono materie per tutti, non solo per gli uomini.

E poi va ricordato che quello che diceva che la matematica non sarebbe mai stato il suo mestiere si chiama Antonello Venditti, ed è un uomo. Facce caso.

Di Sara Fiori

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0