Tempo di lettura: 1 Minuti

“Ab-bracciata collettiva”: 1 e 2 aprile entra in acqua con noi!

Una maratona natatoria di 30 ore per accorciare le distanze con l’autismo. 1 e 2 aprile entra in acqua con noi per sostenere e tutelare i diritti dei

Sapienza: appuntamenti da lunedì 4 a domenica 10 febbraio
Venezia: Ca’ Foscari dopo l’alluvione. La testimonianza di una studentessa
Buon compleanno I Have a Trip: da due anni girando il mondo. La seconda intervista di FacceCaso

Una maratona natatoria di 30 ore per accorciare le distanze con l’autismo. 1 e 2 aprile entra in acqua con noi per sostenere e tutelare i diritti dei bambini che effettuano la TMA (metodo Caputo-Ippolito). #FacceCaso.

Caro lettore di #FacceCaso, hai mai sentito parlare della TMA? Se la risposta è no, niente paura.. ti spiego io di cosa si tratta.

La Terapia Multisistemica in Acqua Metodo Caputo Ippolito è una terapia che utilizza l’acqua come attivatore emozionale, sensoriale, motorio, capace di spingere il soggetto con disturbi della comunicazione, relazione, autismo e disturbi generalizzati dello sviluppo ad una relazione significativa. Il metodo è stato elaborato in Italia da due psicologi, i dottori Caputo Giovanni e Ippolito Giovanni e nasce con l’intento di inserirsi in un progetto riabilitativo globale, che cura in particolar modo gli aspetti relazionali, emotivi e di integrazione sociale.

È sulla scia dell’entusiasmo che lega i due ideatori, gli oltre 300 operatori esperti in autismo, i volontari, le famiglie e i ragazzi affetti da gravi disabilità che 1 e 2 aprile si terrà la seconda edizione di “Ab-bracciata collettiva”, l’iniziativa che si propone l’obiettivo di avvicinare più persone possibili alla disabilità, all’autismo e ai disturbi mentali meno gravi.

L’evento consisterà in una maratona natatoria di 30 ore (dalle 7.30 del 1 aprile alle 13.30 del 2 aprile) e si terrà contemporaneamente a Foggia, Roma, Firenze, Napoli, Milano, Reggio Calabria, Montebelluna e Siracusa. Se nuotare non è il tuo forte non temere, potrai dare il tuo contributo anche solo entrando in acqua con i ragazzi, galleggiando, stando in corsia per un tempo minimo di 15 minuti.

Lo scorso anno si sono raggiunti risultati incredibili:

  • 4.216 km totali nuotati
  • da 4.500 partecipanti (tra ragazzi affetti dal disturbo, familiari, amici, nuotatori professionisti e semplici cittadini)
  • oltre 10.000 visitatori
    nelle 5 sedi italiane Napoli, Firenze, Roma, Milano e Foggia.

Quest’anno toccherà fare di meglio e c’è bisogno anche del TUO aiuto. I metri che percorrerai in vasca rappresenteranno simbolicamente il tentativo di avvicinarsi alle problematiche che le famiglie dei bambini con disturbo dello spettro autistico devono affrontare ogni giorno. Un modo per sostenerli ed “ab-bracciare” come sottolinea l’iniziativa le loro cause finalizzate al riconoscimento dei diritti dei loro figli, spesso negati.

Avvicinare, condividere e integrare come solo lo sport sa fare per abbattere le barriere e lottare insieme ai bambini che durante l’anno svolgono la Terapia Multisistemica in Acqua (TMA metodo Caputo-Ippolito).

Ovviamente, l’intero ricavato verrà devoluto alle famiglie dei bambini con autismo che effettuano la terapia multisistemica TMA (metodo Caputo-Ippolito) durante l’anno.

Loren Eiseley sostiene che “Se vi è magia su questo pianeta, è contenuta nell’acqua”, provare per credere. Io e il team di #FacceCaso ci saremo. Ti aspettiamo a Roma presso CASSIANTCA Sporting Fitness, Via Taormina 5. Per info e prenotazioni consultare il sito: www.terapiamultisistemica.it o contattare TMA Group al 333 3291662. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0