Tempo di lettura: 3 Minuti

E poi scopri che nel mondo, qualcuno, è allergico all’acqua

Niente bagno al mare, niente doccia, niente bicchieri d’acqua, niente di niente. Una rara forma di malattia che colpisce 35 persone in tutto il mondo

Falsi miti e luoghi comuni estivi: sfatiamone alcuni
“Ab-bracciata collettiva”: 1 e 2 aprile entra in acqua con noi!
Venezia: Ca’ Foscari dopo l’alluvione. La testimonianza di una studentessa

Niente bagno al mare, niente doccia, niente bicchieri d’acqua, niente di niente. Una rara forma di malattia che colpisce 35 persone in tutto il mondo e che rende impossibile condurre una vita normale.

L’acqua è straordinariamente diffusa sul pianeta Terra (ne copre oltre il 75% della superficie). Con il miglioramento delle condizioni di vita e l’aumento della popolazione, disporre con facilità di un bene così prezioso ne fa spesso sottovalutare l’importanza. E’ bene ricordare che non tutti godono di questa fortuna, il dramma della scarsità di acqua si percepisce solo dalle popolazioni che vivono quotidianamente nella siccità.

Tutti sanno quanto l’acqua sia preziosa per la vita sulla Terra. Per quanto ci riguarda, costituisce i ¾ del nostro organismo ed immaginare che qualcuno possa farne a meno risulta impossibile.. o quasi.
Sapevate che al mondo esistono persone allergiche all’acqua? Sto parlando dell’orticaria acquagenica, una rara forma di allergia che colpisce 35 persone in tutto il mondo, e che, scatenata dal contatto con l’acqua, comporta l’insorgenza di sintomi cutanei.
Non serve sottolineare quanto questa malattia sia fortemente invalidante, chi ne è affetto non può entrarvi in contatto e tantomeno ingerirla. Niente bagno al mare, niente doccia, niente bicchieri d’acqua, niente di niente. Per dissetarsi si deve ricorrere alla diet coke, ma avere una vita normale è praticamente impossibile.

Le cause e le origini di questa rara malattia rimangono sconosciute. Il problema è che purtroppo per l’orticaria acquagenica non esiste cura. L’unica terapia fin’ora adottata, a base di antistaminici e raggi ultravioletti è spesso risultata inefficace.
Certo è che la scienza sta compiendo enormi passi avanti al riguardo e un domani magari, anche queste persone potranno tornare a compiere gesti che la maggior parte di noi da per scontati. #FacceCaso

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0