Tempo di lettura: 2 Minuti

Il Maggio dei libri arriva nelle scuole per far leggere i ragazzi

Il Maggio dei libri arriva nelle scuole per far leggere i ragazzi

Un’iniziativa importante che possa far riavvicinare i ragazzi al mondo della lettura. Tu, ragazzo del liceo (o ragazza, si intende) sai che Maggio è

La dura vita di chi fa Scienze Infermieristiche 
Se ti fai male gita scolastica, chi paga?
Calciatori ignoranti? Ecco che Lewandowski si… laurea!

Un’iniziativa importante che possa far riavvicinare i ragazzi al mondo della lettura.

Tu, ragazzo del liceo (o ragazza, si intende) sai che Maggio è il mese dei libri? O meglio, c’è un’iniziativa del Ministero per i Beni Culturali e il MIUR che si chiama il Maggio dei libri. C’è un liceo, per esempio, il Mancini di Avellino che sta iniziando una serie di incontri per sensibilizzare i ragazzi di oggi alla lettura.

Tipo il “reading” ovvero rubare i libri dalla biblioteca scolastica per portarli in giro nella città e lasciarli nei negozi o nei bar. Ci saranno anche gli incontri con gli autori e seguiti da discussioni e letture ad alta voce. I temi del progetto sono tantissimi, dalla legalità alla semplice narrativa per far sì che anche i Millenials inizino a leggere.

Ve ne parlo perché anche il mio liceo partecipa al progetto. Mi ricordo che in Quarta Ginnasio la prof di italiano ci portò al salone del libro a Torino e che una lettrice accanita come me se ne innamorò. L’istituto d’istruzione superiore Adone Zoli, in Abruzzo, propone come il Mancini la lettura ad alta voce, nella piazza principale di Atri, un paesino in cui l’età media è intorno ai 60 anni ma dove tutti si fermano ad ascoltare le letture e anche la musica dei ragazzi del liceo.

Spargete la voce, è una figata, davvero!

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0