Tempo di lettura: 3 Minuti

Il QI si abbassa e le skills aumentano, è positivo?

Il QI si abbassa e le skills aumentano, è positivo?

Uno studio finlandese dimostra come la “crescita intellettuale” si sia bloccata negli ultimi anni, puntando sullo sviluppo verticale del QI dei ragazz

Università: fermiamo la guerra ai fuoricorso
Bologna e l’educazione: città divisa tra proteste ed idee creative
App store di Google chiude su Mac e Windows 8

Uno studio finlandese dimostra come la “crescita intellettuale” si sia bloccata negli ultimi anni, puntando sullo sviluppo verticale del QI dei ragazzi.

Lo sapete che cos’è l’effetto Flynn? È l’aumento di intelligenza nella popolazione studiata dal Dott. Flynn appunto, nel corso del ‘900. Si è visto infatti come il QI delle persone sia aumentato nel corso del secolo scorso di circa 30 punti.

Negli ultimi anni invece stanno migliorando tanti tratti del carattere delle persone, come la simpatia o la sicurezza, ma non l’intelligenza! #Ah

Lo rivela uno studio finlandese su circa 500 mila persone che mostra come il QI delle persone non stia crescendo in confronto alla grande crescita del secolo scorso. L’Accademia Nazionale delle Scienze ha pubblicato l’analisi svolta su mezzo milione di persone durante la leva militare tra il 1980 e il 1994 ed ha studiato sia il QI sia otto diversi tratti della personalità.

Anche la capacità di trovare un lavoro ben retribuito o di avere uno stipendio relativamente alto è stata oggetto di studio, analizzando le buste paga degli ufficiali si è dimostrato come sia una “skill” più popolare nel tempo.

Sono aumentati la fiducia in se stessi e la capacità di leadership ma oltre al QI si è abbassata anche (mi dispiace tanto per i maschietti) la mascolinità.

È vero che il campione preso in considerazione sembra lontano nel tempo e limitato ai soli ragazzi ma rivela e conferma statistiche che sono state fatte negli USA; come quello che evidenzia la crescita del narcisismo tra i ragazzi del College.

Quindi siamo meno intelligenti della generazione dei nostri genitori? Mah, forse ce ne siamo anche accorti!

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0