Tempo di lettura: 1 Minuti

Grazie all’AIE libri gratis per gli studenti italiani coinvolti nei recenti terremoti

Grazie all’AIE libri gratis per gli studenti italiani coinvolti nei recenti terremoti

L’Associazione Italiana Editori ha deciso di donare i libri di testo alle scuole bisognose dei comuni colpiti dai recenti terremoti. Per usufruire del

La procura di Rieti non perde tempo: sequestrata la scuola di Amatrice
Terremoto: punti di raccolta dei beni necessari
Il sistema scuola ha retto al terremoto del Centro Italia: il “tasso di autocontenimento” non crolla

L’Associazione Italiana Editori ha deciso di donare i libri di testo alle scuole bisognose dei comuni colpiti dai recenti terremoti. Per usufruire dell’iniziativa, gli istituti interessati dovranno inoltrare apposita domanda entro il 15 luglio.

Libri gratis. Che bellezza. Anche perchè quando accadono eventi naturali e inaspettati, quali inondazioni e terremoti, in grado di distruggere in un attimo tutto ciò che si trovano di fronte, quello che si tenta subito di fare è ritornare alla normalità. Per farlo bisogna ripartire dall’essenziale, dal quotidiano. Lo sanno bene i cittadini di Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto, comuni tra i più colpiti dai terremoti dell’anno scorso.

Appena è stato possibile, nei 140 comuni danneggiati si è ricominciato a reintrodurre piano piano, giorno per giorno, tassello dopo tassello, almeno le fondamenta di ciò che era stato distrutto.
Fondamentale è stato non lasciare mai soli ragazzi e bambini, riportarli subito a scuola, risorse permettendo. Ecco, perché quello delle risorse e degli aiuti ai terremotati è un tema fondamentale. Che senso ha continuare a tassare le macerie (come qualcuno ha giustamente detto)?
Hanno fatto bene quelli del Miur che, in questi mesi, non hanno mai perso di vista l’obiettivo: garantire l’istruzione ai ragazzi che hanno perso tutto.

Addirittura, dal prossimo settembre, per ben due anni scolastici (2017/2018 e 2018/2019), gli studenti dei comuni coinvolti nel terremoto riceveranno gratis i libri grazie ad un’iniziativa indetta dall’Associazione Italiana Editori (AIE).

Con un accordo con il Miur, l’AIE ha deciso di donare i libri di testo necessari agli istituti scolastici che entro il 15 luglio ne faranno apposita domanda.

“Con questa donazione abbiamo voluto fare la nostra parte per consentire alle famiglie di non doversi preoccupare della dotazione libraria di cui le ragazze e i ragazzi avranno bisogno al rientro a scuola – afferma Giorgio Palumbo, Presidente del Gruppo Educativo AIE -. Riteniamo fondamentale assicurare, in sinergia con le istituzioni, il diritto allo studio e un’opportunità alle studentesse e agli studenti che hanno vissuto molti disagi e che, nonostante tutto, hanno deciso di rimanere in quei luoghi con le loro famiglie con tutto quello che questa decisione comporta”.

Sicuramente un’iniziativa virtuosa che si spera venga presa ad esempio anche da altri, tenendo bene in mente che ciò che accade al prossimo può in qualsiasi momento accadere anche a se stessi.

#FacceCaso

Di Lorenzo Maria Lucarelli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0