Tempo di lettura: 1 Minuti

Pianoro: assalto all’asilo dove non sono obbligatori i vaccini

Pianoro: assalto all’asilo dove non sono obbligatori i vaccini

I 15 bambini che a settembre saranno ammessi a Pianoro, verranno scelti in base a colloqui individuali con i genitori. #FacceCaso. A Bologna nasce la

La scuola si riforma
Martina, il tumore e l’umanità dei piccoli gesti
Università: fermiamo la guerra ai fuoricorso

I 15 bambini che a settembre saranno ammessi a Pianoro, verranno scelti in base a colloqui individuali con i genitori. #FacceCaso.

A Bologna nasce la “scuola nel bosco”, un progetto sperimentale semisconosciuto fra le colline e all’aria aperta. L’asilo di Pianoro è l’ultima frontiera dove si spingono i genitori No Vax alla ricerca di uno spiraglio legislativo per sfuggire alla nuova norma.

Le socie del progetto sono state chiare: “Il motivo dell’iscrizione qui non deve essere quello di sfuggire ai vaccini”. La ragione di tante istanze, è che non si tratta di una vera e propria scuola, bensì un laboratorio per il quale “non vi è ancora una normativa che sancisca l’obbligo della copertura”.

Ecco perché le titolari hanno dovuto dire alt. “Per quanto possiamo comprendere la preoccupazione di molti e l’urgenza di voler trovare al più presto una soluzione alternativa al percorso nella scuola pubblica, la possibilità di iscrivere un bambino in una scuola come la nostra solo perché non avevamo il vincolo della vaccinazione, per noi non può essere l’unica ragione valida”.

I 15 bambini che a settembre saranno ammessi a Pianoro, verranno scelti in base a colloqui individuali con i genitori. “Quello che ci preme è che la decisione di iscrivere i propri figli ad una scuola con un progetto sperimentale non sia né affrettata né sentimentale”.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0